Legittima difesa, l'ex parlamentare Mattina consegna la sua pistola ai carabinieri

Lo storico sindacalista e politico del Psi annuncia: "Il mio è la testimonianza del rifiuto di questa deriva da Far West che i nuovi governanti stanno costruendo"

Vincenzo Mattina

L’ex parlamentare italiano ed europeo del Psi Vincenzo (detto Enzo) Mattina, originario di Buonabitacolo, già segretario nazionale della Federazione Lavoratori Metalmeccanici e della Uil, ha consegnato la sua pistola, insieme a ben 50 cartucce calibro 38 special, marca Fiocchi, ai carabinieri della locale Stazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il racconto

A comunicarlo, sulla sua pagina Facebook, allegando anche una foto dell’Arma e il verbale dei militari dell’Arma, è il diretto interessato che spiega: “La comprai negli anni “70 su sollecitazione della Digos, quando nelle risoluzioni delle BR il mio nome fu ripetutamente richiamato, insieme con minacce di vario tipo. Fui costretto a prendere il porto d’armi e per alcuni anni quell’attrezzo l’ho dovuto portare dietro quando uscivo da casa, dalla Flm o da altro luogo in cui mi recavo. Non mi è mai piaciuto. Quando mi fu assegnata una scorta, che mi ha seguito e protetto per molti anni, e non mi stancherò mai di ringraziare poliziotti e carabinieri che ricordo con grande stima e affetto, non l’ho più voluta con me. L’ho conservata con tutta l’attenzione possibile”. Poi denuncia: “Ho deciso di disfarmi dell’attrezzo, dopo aver letto il disegno di legge sulla legittima difesa. Liberalizza la detenzione delle armi e prevede l’immunità non solo per chi si difende da una aggressione acclarata, ma anche per chi, in preda ad agitazione per il timore di un’aggressione, stato d’animo che può verificarsi sia perché si trovi dinanzi un estraneo in casa sia perché lo individui da una finestra nel pollaio o in altro luogo di sua proprietà”. E si domanda: “In Europa si copia sempre il peggio d’oltreoceano; siamo sicuri che tra noi non ci siano imitatori degli stragisti che seminano morte nelle scuole e nelle università americane? Siamo sicuri che gli esaltati di gruppi neonazisti non ci proveranno a portare le loro gesta di morte in una sinagoga? Il mio è la testimonianza del rifiuto di questa deriva da far west che i nuovi governanti stanno costruendo” conclude Mattina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, De Luca firma l'ordinanza: movida di nuovo sotto controllo

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Test sierologici gratuiti per Covid-19 e Epatite C: l'iniziativa a Salerno

  • Dramma a Montecorvino Pugliano, donna si impicca sul balcone di casa

  • Il maltempo mette in ginocchio la provincia: scattano evacuazioni a Sarno

  • Ravello, entra nudo in chiesa e canta "O sole mio": arrivano i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento