Cava 5 Stelle: lettera aperta al Sindaco Galdi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

“Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità.“ “La propaganda è un'arte, non importa se questa racconti la verità.“ (Joseph Goebbels, Gerarca nazista - 29 ottobre 1897, 1 maggio 1945)

In queste due frasi, attribuite ad un personaggio che avremmo preferito non incontrare nel corso della storia, è racchiusa la sintesi perfetta di quello che è avvenuto, sta avvenendo e, probabilmente e purtroppo, avverrà riguardo la vicenda dell’Ospedale “SS.Maria Incoronata dell’Olmo” di Cava de’ Tirreni. La settimana scorsa è stata pubblicata la bozza del Piano di Organizzazione e Funzionamento Aziendale (P.O.F.A.) dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria “ San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”. Il giorno 23/07/2014, il quotidiano “la città” pubblica un’intervista dove il Sindaco della città di Cava de’ Tirreni, dott. Marco Galdi, annuncia la notizia che “Sono stati salvati i cento posti letto previsti per l’ospedale”. In sintesi, dalla lettura dell’articolo si apprende che, per quanto riguarda l’ospedale, 1. nel nuovo atto aziendale sono previsti i cento posti letto non menzionati dal decreto regionale 49; 2. “… questo è avvenuto grazie, anche, al lavoro del consigliere Giovanni Baldi”; 3. il Sindaco afferma “… non posso anticipare i contenuti del documento che è ancora in via di definizione” ; 4. … Il timore che il servizio essenziale venisse a mancare era scaturito dal decreto regionale 49 che prevedeva, per l’Ospedale di Cava de’ Tirreni, “posti letto zero”; 5. questa circostanza aveva allarmato cittadini ed amministratori … come un campanello d’allarme. Inoltre, il Sindaco ci fa sapere che “… qualche prestazione sarà eliminata”, ma non è sicuro.

Caro signor Sindaco di Cava de’ Tirreni, dott. Marco Galdi, ci permetta di sottoporLe alcune, minime, precisazioni:

1. il Piano di Organizzazione e Funzionamento Aziendale (P.O.F.A.) dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria “ San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” non ha nulla a che vedere con il “Decreto Commissariale 49 del 27 settembre 2010 concernente la riorganizzazione della rete ospedaliera e territoriale e Piano Sanitario Regionale” e, di conseguenza, non lo modifica; 2. riteniamo che l’affermazione di cui al punto 2 sia, banalmente, di propaganda ma, al tempo stesso, offensiva nei confronti dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria “ San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”, nella figura del suo Direttore Generale dott. Viggiani; 3. non comprendiamo perché Sindaco di Cava de’ Tirreni, dott. Marco Galdi, non possa anticipare i contenuti di detto P.O.F.A. visto che, questi, sono pubblici e scaricabili da Internet. Forse Sindaco di Cava de’ Tirreni, dott. Marco Galdi, non li ha letti o, nella migliore delle ipotesi, vuole dirci che questo piano non è definitivo ed operativo dato che, dopo una discussione con le parti sociali, deve essere, ancora, approvato dalla Regione Campania; 4. i punti 4. e 5. sono, poi, delle vere perle della comicità. Caro sig. Sindaco di Cava de’ Tirreni, dott. Marco Galdi, Le facciamo notare che il “Decreto Commissariale 49 del 27 settembre 2010 concernente la riorganizzazione della rete ospedaliera e territoriale e Piano Sanitario Regionale” è definito tale perché è stato pubblicato, sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania (B.U.R.C.A.) in data 2010 ed è il n° 49. Caro sig. Sindaco di Cava de’ Tirreni, dott. Marco Galdi, ma Lei inizia ad avere timore dei posti zero dopo soli quattro anni ??? Caro sig. Sindaco di Cava de’ Tirreni, dott. Marco Galdi, la vicenda dell’Ospedale si trascina, ormai, da circa quarant’anni e Lei comincia solo oggi ad avvertire i “campanelli d’allarme “ , …solo adesso ??? Caro sig. Sindaco di Cava de’ Tirreni, dott. Marco Galdi, vorremmo, quindi, sottolinearLe che: • l’Ospedale “SS.Maria Incoronata dell’Olmo” di Cava de’ Tirreni non è una struttura Ospedaliera “indipendente” e facente parte dell’ A.S.L. Salerno ma è un Presidio Ospedaliero, una sorta di distaccamento, dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria “ San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”; • l’Ospedale “SS.Maria Incoronata dell’Olmo” di Cava de’ Tirreni, in base al “Decreto Commissariale 49 del 27 settembre 2010 concernente la riorganizzazione della rete ospedaliera e territoriale e Piano Sanitario Regionale”, rimane a posti zero • i posti letto di Cava de’ Tirreni sono, in realtà, posti letto dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria “ San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”, di cui siamo ( ??? provvisoriamente ???) parte; • riteniamo che Cava de’ Tirreni abbia necessità di certezze e non di provvisorietà. Sono, ormai, quarant’anni che questa vicenda si trascina tra la sofferenza della popolazione e l’indifferenza degli amministratori;

Torna su
SalernoToday è in caricamento