Politica

Petrone contro l'aborto, l'ira di Rifondazione Comunista: "Papa Francesco chiederebbe le dimissioni"

Gagliardi (Rifondazione Comunista): "Restiamo convinti del fatto che vada rispettata qualsiasi opinione, anche quella meno condivisibile, ma non possiamo in alcun modo tollerare certe esagerazioni, offensive per chi è stato effettivamente vittima della violenza di certi uomini"

luigi petrone

Possiamo anche comprendere le difficoltà che incontra chi passa dall'altare al consesso civico comunale, tuttavia non possiamo assolutamente giustificare le farneticanti affermazioni del consigliere Luigi Petrone. Egli, innanzitutto, dimentica che quella di cui parla è una legge dello Stato frutto della lotta di donne e uomini durata anni.

Lotta che, nonostante l'inequivocabile esito del referendum abrogativo promosso da coloro che non volevano accettarla, evidentemente non è ancora finita. Ci mancava il paragone con l'olocausto. Evidentemente il consigliere non comprende appieno quello di cui parla.

Lo ha detto Francesco Gagliardi del Circolo Rifondazione Comunista di Cava in merito alle parole di Luigi Petrone, già candidato sindaco che, in un'intervista, ha paragonato l'aborto all'Olocausto. "Restiamo convinti del fatto che vada rispettata qualsiasi opinione, anche quella meno condivisibile, ma non possiamo in alcun modo tollerare certe esagerazioni, offensive per chi è stato effettivamente vittima della violenza di certi uomini", hanno concluso da Rifondazione.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petrone contro l'aborto, l'ira di Rifondazione Comunista: "Papa Francesco chiederebbe le dimissioni"

SalernoToday è in caricamento