rotate-mobile
Politica

Salta la nomina di sottosegretario per il sindaco De Luca: le reazioni

Nessuno se lo aspettava. Ormai la nomina era cosa certa: eppure qualcosa è cambiato all'ultimo minuto. I commenti per il colpo di scena. Iannone e Celano all'attacco, Gagliano: "Una sporcata"

"Per Renzi e il Pd Salerno non esiste proprio. Nè viceministro, nè sottosegretario e tra poco neanche sindaco. La carriera di Fra Martino è finita". Questo il commento del commissario della Provincia, Antonio Iannone, dopo la mancata nomina di sottosegretario per il sindaco Vincenzo De Luca.  Non si lascia attendere neanche il commento di Roberto Celano del Nuovo Centro Destra: "Sarei stato felice per una eventuale nomina a viceministro del Sindaco di Salerno, con l'augurio che questa volta avrebbe risolto ad horas la questione dell'incompatibilità. Finalmente avremmo esportato il genio dell'efficienza amministrativa a Roma, lo avremmo regalato alla nazione ed avremmo liberato la città ormai mestamente avviata verso il dissesto finanziario. Si sarebbero accorti tutti del pacco molto presto, ed invece spesso capita che si entra in conclave Papa e si esce Cardinale: dobbiamo pazientare ancora un po'".

Prima ancora che si ufficializzasse il nulla di fatto, il consigliere comunale Salvatore Gagliano aveva scritto: "Sara' stata l'ennesima bugia di Matteo Renzi? Ma vi rendete conto nelle mani di chi siamo? Il problema è solo uno: la politica è caduta troppo in basso". E dopo la conferma della fumata bianca: "Non di certo sono un deluchiano. Non di certo ho mai votato a sinistra. Non di certo condivido il governo farsa di Renzi, ma devo purtroppo dire, che a Vincenzo De Luca è stata fatta un'autentica sporcata. Ma d'altra parte dopo quanto fatto da Renzi a Letta, di cosa ci vogliamo meravigliare ? Solo a casa deve andare e presto". Intanto, il consigliere regionale del Pd, Gianfranco Valiante che pure si era già complimentato con il sindaco ha scritto: "Ufficialmente De Luca non è nella squadra di Governo di Renzi. E' un clamoroso e brutto dietrofont. Veti incrociati sul suo nome e sulla nostra terra? Ecco le larghe e/o medie intese!" E Antonio Roscia di Forza Italia Salerno: "La querelle della nomina di Vincenzo De Luca nel Governo firmato Matteo Renzi, tra incertezze e veti incrociati, evidenzia il peggio del teatrino della politica politicante, tipica rappresentazione di questi tempi decadenti. E' evidente che pressanti gruppi di potere e numerose fazioni, all'interno della stessa coalizione di centro-sinistra cui pure fa riferimento il Sindaco di Salerno, hanno messo in atto questa ennesima sceneggiata che ha poco di politico. - ha osservato in una nota - Restiamo convinti che la presenza di un salernitano nell'Esecutivo nazionale avrebbe dato spinta ed impulso alla vocazione territoriale. De Luca resterebbe dunque al suo posto a Salerno e Forza Italia continuerà la battaglia di libertà per dare un futuro migliore alla nostra Città. In ambito nazionale resta invece sempre più urgente  l'impegno di costruire un Governo serio che restituisca dignità ed azione politica ad un Paese ormai allo sbando".

Poi, a dire la sua, Luigi Provenza, presidente del comitato cittadini Udc: "Sul piano umano mi è molto spiaciuta la mancata nomina del Sindaco De Luca a Sottosegretario di Stato del Governo Renzi. Ma sul piano politico, dobbiamo tutti ammettere, per onestà intellettuale, che il cosiddetto metodo “ De Luca “ non funziona, se non in un limitato ambito locale. Soprattutto dovrebbero riconoscerlo, una buona volta, i suoi numerosi ed interessati reggicoda, presenti non solo nel PD ma anche in altre formazioni politiche locali".   Infine, il deputato Edmondo Cirielli: "Con l'esclusione del sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, anche dal ruolo di sottosegretario, il premier Matteo Renzi dà uno nuovo schiaffo alla provincia di Salerno e dimostra di non avere a cuore le sorti di una delle province più importanti dell'Italia meridionale. Quale deputato e cittadino salernitano, mi sarei aspettato onestamente una maggiore attenzione e avrei auspicato, anche se non voleva De Luca nella sua squadra, un ingresso di almeno un esponente del nostro territorio, sia del Pd che di NCD. Renzi mortifica la provincia di Salerno".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salta la nomina di sottosegretario per il sindaco De Luca: le reazioni

SalernoToday è in caricamento