Politica

Mare sporco a Salerno, Cammarota: “Un cordone gommato che isoli i rifiuti"

Il candidato sindaco de "La Nostra Libertà" guarda al sistema che viene attuato già in Costiera Amalfitana

“Un cordone gommato che isoli la sporcizia ed eviti l’inquinamento superficiale del nostro mare”. La proposta, per salvaguardare il mare di Salerno, è de La Nostra Libertà con il candidato sindaco Antonio Cammarota dopo un confronto con i dirigenti de La Nostra Libertà, cittadini e associazioni di categoria. “Un sistema che viene utilizzato già in diversi comuni, tra cui quelli della Costiera Amalfitana, come Minori, Atrani e Amalfi e che prevede un piccolo investimento a fronte di un grosso beneficio” spiega l’avvocato Cammarota.

La proposta

L'esponente dell'opposizione spiega: “Un cordone gommato che a cinquanta metri dalla costa può bloccare rifiuti, sporcizia e tutto ciò che galleggia eliminando ciò che in questi giorni stiamo vedendo e denunciando sul nostro mare”, continua Cammarota. “Con un confronto con altri amministratori che utilizzano questa soluzione ho appreso che i costi sono minimi: con diecimila euro circa si possono allestire 300 metri di cordone con una profondità di circa 2 metri, capace, dunque, di contenere tutto il materiale galleggiante”, prosegue Cammarota. “Si conferma la nostra volontà di sottoporre proposte, dopo la denuncia. Proposte, quelle de La Nostra Libertà, fattibili che non creano eccezionali aggravi alle casse comunali e che, stando ai risultati, portano benefici ai cittadini”, conclude Cammarota. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mare sporco a Salerno, Cammarota: “Un cordone gommato che isoli i rifiuti"

SalernoToday è in caricamento