Sabato, 13 Luglio 2024
Politica

De Luca in chat con Renzi: "Sei fortunato, a Firenze non ci sono gli ambientalisti salernitani"

Simpatico siparietto tra il governatore della Campania e il presidente del consiglio che hanno partecipato al programma "Matteo Risponde", il filo diretto su Facebook del leader del Partito Democratico

Nuovo simpatico siparietto tra Vincenzo De Luca e Matteo Renzi. Tante le ironie ma anche i temi affrontati con serietà dal governatore della Campania e dal premier durante nel corso del programma “Matteo Risponde”, il filo diretto su Facebook del leader del Partito Democratico. Numerose le questione affrontante (dal Patto per la Campania ai Trasporti, dalla Legge Severino alla Stazione Marittima di Salerno fino ai trasporti e alla corruzione). All’inizio della conversazione con i fan del presidente del consiglio discutono di Patto per la Campania e opere pubbliche: “A Firenze sei stato fortunato perché non c’erano le associazioni ambientaliste che ci sono a Salerno”. La replica di Renzi: “Stiamo dando materiale alle prossime trasmissioni televisive!”. De Luca si congeda con un messaggio criptico destinato probabilmente a qualche oppositore della suo modus operandi: “Chi non può più dare il cattivo esempio, dà buoni consigli”. E il premier “Con Enzo al di là della simpatia c’è una scommessa comune” ed il governatore controreplica: “Campania oggi modello di rigore, trasparenza e correttezza”.

PATTO PER LA CAMPANIA – A proposito dell'accordo, Renzi ha spiegato: “Faremo qualcosa di simile in tutte le regioni e le città metropolitane del Sud. Abbiamo cominciato dalla partita più difficile. Lo faremo dappertutto, da Bari a Taranto, alla Basilicata, alla Sicilia”. De Luca ha quindi esposto i vari obiettivi del Patto. Tra questi il completamento della metropolitana di Napoli e la risoluzione della vicenda ecoballe che – assicura De Luca – “andranno via entro maggio”. Sarà “una sfida gigantesca. In due-tre anni ripuliremo tutta la Campania”.

SANITA’ E SCUOLA -  “Stiamo stabilizzando circa 2000 precari nella sanità campana - ha detto De Luca -. A maggio non ci sarà più l'emergenza barelle: se ne troveremo ancora, mandaremo tutti a casa. La scuola? Abbiamo stanziato 190 milioni”.

ALTA VELOCITA’ – “Prevista nel patto per la Campania solo in direzione Bari, ma per Reggio Calabria no» ha chiarito De Luca. Poi ha aggiunto: “Ma ci sono altre priorità come le strade, gli impianti fognari e il riassestamento idro-geologico”

LEGGE SEVERINO – “Il processo sulla legge Severino è finito con la mia assoluzione - ha detto De Luca - dopo un calvario. Oggi in italia un funzionario che viene condannato in primo grado per abuso in atto d'ufficio è rovinato; stipendio dimezzato e dimansionamento. Perciò rischiamo di avere l'Italia paralizzata. La moralità è una cosa seria che si misura nella vita reale ma che ha come presupposto il diritto uguale per tutti i cittadini. Oggi non è così”.

LA BATTUTE FINALI – “Volevo ringraziare De Luca per essere stato stranamente moderato…” ha scherzato Renzi. Pronta la riposta ironica del governatore: “Ho fatto training autogeno prima di entrare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca in chat con Renzi: "Sei fortunato, a Firenze non ci sono gli ambientalisti salernitani"
SalernoToday è in caricamento