rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Politica Lungomare Trieste

Mercatini di Buongiorno Italia: interrogazione dell'opposizione

Intanto il Tar ha deciso che i mercatini resteranno aperti ma dal Comune si sta riflettendo sulla possibilità di chiedere i danni d'immagini per la spinosa vicenda che pare ancora lontana dalla risoluzione

Non accenna a placarsi la polemica circa la revoca dell'autorizzazione per l'allestimento dei mercatini di Natale a Buongiorno Italia. Dopo l'interesse dell'Antimafia sulla vicenda i consiglieri comunali d'opposizione Roberto Celano e Ciro Russomando, infatti, hanno preparato un'interrogazione per chiarire alcuni punti della vicenda. "Chiediamo se l’Amministrazione abbia mai rilasciato autorizzazione per l’allestimento dei Mercatini di Natale in assenza dei presupposti previsti dalla determinazione di aggiudica (adempimenti tributari e di natura sanitaria) - si legge nell'interrogazione - Chiediamo, poi, come sia possibile che l’Ente sia intervenuto, in assenza degli adempimenti richiesti, che soli avrebbero potuto consentire di autorizzare lo svolgimento dell’attività, dopo 3 settimane dall’apertura dei Mercatini; come sia stato possibile consentire la vendita di generi alimentari per tre settimane in area aperta (Lungomare) senza che siano state mai inoltrate le Scie sanitarie; se negli anni precedenti Buongiorno Italia abbia pagato regolarmente la Tosap e gli esercenti abbiano inoltrato prima dell’apertura degli stand per la vendita di generi alimentari le Scie sanitarie così come previsto dalla Legge"

Non solo i mercatini, però, sono finiti sotto la lente d'ingrandimento dell'opposizione. Celano e Russomando, infatti, chiedono di approfondire anche la situazione relativa al Villaggio di Babbo Natale: "Chiediamo se l’Associazione che gestisce il villaggio abbia pagato regolarmente ed integralmente la Tosap per gli stand allestiti (che sarebbero dovuti essere in numero di 30) e per l’intera occupazione di suolo pubblico, al fine di ottenere l’autorizzazione e, dunque, prima dell’apertura del suddetto villaggio; quando (se risulta pagata) e quale importo complessivo della Tosap abbia pagato l’Associazione che gestisce il Villaggio di Babbo Natale ed, infine, se gli esercenti generi alimentari, che hanno locato gli stand presso il Villaggio di Babbo Natale, abbiano regolarmente inoltrato le Scie sanitarie prima dell’apertura dell’attività, così come previsto dalla legge". Intanto il Tar ha deciso che i mercatini resteranno aperti ma dal Comune si sta riflettendo sulla possibilità di chiedere i danni d'immagini per la spinosa vicenda che pare ancora lontana dalla risoluzione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercatini di Buongiorno Italia: interrogazione dell'opposizione

SalernoToday è in caricamento