Politica

Migranti fuori da Vietri, duro scontro tra Benincasa e la Cisl: Scermino neutro

Divampa la polemica politica sulla proposta del sindaco della nota località della Costiera Amalfitana di contribuire economicamente per accogliere i migranti purchè fuori dal territorio comunale

Esplode la polemica a Vietri sul Mare, dove il sindaco Franco Benincasa ha proposto un referendum cittadino ed una autotassazione per ospitare 23 richiedenti asilo in un’altra località. Insomma, l’amministrazione è disposta a contribuire economicamente per accogliere i migranti purchè fuori dal territorio comunale vietrese. La proposta, però, è stata bocciata dalla Prefettura in quanto non prevista dalla legge.

Intanto, però, è divampato lo scontro politico. “Interrogarsi sull'accoglienza non è razzismo. Il finto buonismo genera danni, alle comunità ed agli stessi migranti” avverte il commissario cittadino di Forza Italia Davide Scermino, che aggiunge: “Forza Italia - aggiunge - chiede, in coerenza con le battaglie di questi mesi, chiarezza agli organi competenti. Il senatore Vincenzo Fasano, già da tempo, ha scritto al Prefetto di Salerno per capire i criteri delle scelte e per promuovere una riflessione a 360 gradi sul territorio. Una missiva per avviare un confronto costruttivo. Su questa vicenda, sul dramma della povera gente non ci sono scontri politici, siamo dunque in sintonia con l'amministrazione comunale ed il sindaco. Sono certo sarà questa la linea di tutti nel Consiglio comunale. Le differenze, tante, si sviluppano su altri temi. Dire che Vietri non può accogliere e che altri comuni della Provincia lo possono fare non è razzismo, è buonsenso. I finti buonisti, quelli che fanno sponda alle posizioni più ideologiche non indicano soluzioni ma fanno solo propaganda”.

Toni più duri arrivano dal responsabile della sezione “Giovani” della Federazione Cisl dell’Unisa Lucio Amatucci, che replica a muso duro al primo cittadino: “Ritengo che tale posizione non sia in linea con i principi di solidarietà ed  inclusione che devono caratterizzare una società civile come la nostra, quindi come responsabile della sezione giovani della Cisl Università, ritengo opportuno che ci sia maggiore attenzione da parte del sindaco Benincasa per i problemi legati allo sviluppo della rinomata cittadina costiera, indirizzando i propri  sforzi anche alla creazione di sbocchi occupazionali per i giovani laureati figli del nostro territorio, in un momento storico di forte difficoltà”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti fuori da Vietri, duro scontro tra Benincasa e la Cisl: Scermino neutro

SalernoToday è in caricamento