menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mariano Iodice

Mariano Iodice

Montecorvino Rovella, Iodice scrive a Rossomando: "Perchè ospiti Alfieri, il re delle clientele?"

Il presidente del gruppo civico "Prima i Cittadini" attacca il sindaco in vista della manifestazione del Pd in programma mercoledì nel comune picentino. E gli domanda: "Dobbiamo rassegnarci al voto clientelare?"

E’ polemica a Montecorvino Rovella dove, mercoledì 30 novembre, il Partito Democratico svolgerà un convegno in vista del referendum costituzionale. All’incontro sarà presente anche il sindaco di Agropoli Franco Alfieri, finito al centro di una polemica scoppiata a seguito di alcune dichiarazioni pronunciate dal governatore De Luca (“come sa fare lui la clientela lo sappiamo, una clientela organizzata, scientifica, razionale come Cristo comanda. Che cosa bella” si sente nell’audio pubblicato dal Fatto Quotidiano) durante una riunione con oltre 300 primi cittadini campani. E proprio la presenza di Alfieri, che è anche consigliere delegato all’agricoltura della Regione Campania, spinge il presidente del gruppo civico “Prima i cittadini” Mariano Iodice a scrivere una lettera al sindaco Egidio Rossomando, con cui gli ricorda che “è il sindaco di tutti i cittadini e quindi deve avere rispetto per la sua comunità. Lei – denuncia - fa propaganda per il Si, ed è giustissimo poiché ha una tessera Pd in tasca (che ha preso un anno dopo essere stato eletto spacciandosi per "civico") . Ma c'è qualcosa che volevo farle notare. Lei è quello che agitando le due parole magiche opportunità politica ha messo fuori dalla Giunta un assessore che le dava fastidio. Ora lei per opportunità politica, cioè per accreditarsi alla corte del ras del suo partito elegge a testimonial della sua propaganda referendaria nella nostra citta il personaggio politico più discusso d' Italia. Il personaggio che è indicato, dal presidente della Regione Campania, come il re delle clientele. Non le sembra – domanda Iodice - che la sua scelta sia uno schiaffo alla comunità? Dobbiamo rassegnarci al voto clientelare?”

Di qui l’affondo tutto politico “Lei – scrive riferendosi sempre a Rossomando - deve avere rispetto e questi atti di spavalderia e di guapperia politica non le fanno onore. Repubblica nomina il suo ospite don Franco. Da domani dovremo chiamarla don Egidio? La saluto e aggiungo con profondo rammarico: se fino a ieri io ero pentito di averla aiutata nella scorsa campagna elettorale e di averla votata e fatta votare oggi me ne vergogno. E credo se ne vergogneranno molti altri” conclude Iodice. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

  • social

    Promozione culturale, pubblicato l'avviso della Regione Campania

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento