Domenica, 16 Maggio 2021
Politica

Elezioni 2018, nasce il Movimento per la Sovranità: Palmieri responsabile provinciale

A presentare la nuova squadra salernitana ci ha pensato il segretario nazionale Gianni Alemanno. Alleanza in vista con il centrodestra, in particolare con la Lega di Matteo Salvini

La conferenza stampa

E’ Pino Palmieri, sindaco di Roscigno, il responsabile della provincia di Salerno del Movimento Nazionale per la Sovranità. Ad annunciarlo il segretario regionale del movimento sovranista, Salvatore Ronghi, in una conferenza stampa organizzata presso la Provincia con il segretario nazionale, Gianni Alemanno, e gli altri amministratori e dirigenti locali. Vice coordinatore provinciale del movimento sarà Gennaro Giacca, storico rappresentante della destra locale.  All’incontro ha preso parte anche il coordinatore provinciale di “Noi con Salvini” Mariano Falcone.

Le reazioni

“Sento il dovere di ringraziare chi in questi mesi, da dietro le quinte, ha lavorato sul territorio per dare vita al movimento nazionale che, oggi, nel salernitano, è già rappresentato da quindici circoli territoriali – ha detto Ronghi – e, con il conferimento della responsabilità a Palmieri, coadiuvato da Giacco, uno dei primi ad aderire al movimento già prima dell’estate, sono certo che il movimento nazionale si radicherà ulteriormente sul territorio, mettendo su una struttura capace di sviluppare quella politica necessaria per rilanciare, nel nome del sovranismo territoriale, anche l’unità del centrodestra, che parte dalla creazione di una vasta area sovranista, che parte dalla sinergia tra il nostro movimento e quello di ‘Noi con Salvini’. Ronghi ha, quindi, lanciato un appello “ai tanti amici provenienti dalla destra, che non ritrovano più la casa comune, a partecipare alla crescita del nostro Movimento partendo proprio dai nostri antichi valori , dalla identità e dalla socialità, che hanno sempre contraddistinto il nostro progetto politico”.

Soddisfatto il primo cittadino di Roscigno: “Ho accettato l’incarico perché sono convinto che, attraverso il Movimento Nazionale e il polo sovranista, potrò difendere meglio il nostro territorio salernitano così come ho dimostrato di saper fare, in questi anni, nel ruolo istituzionale di sindaco ma anche di presidente della comunità montana; erano mesi che – ha aggiunto Palmieri - già interloquivo con il Movimento Nazionale, anche per gli antichi rapporti con Alemanno e particolarmente con Ronghi, con il quale abbiamo condiviso anche un importante percorso nella Regione Lazio, e adesso sono a lavoro per costruire un grande movimento popolare e territoriale per il quale chiedo il supporto dei tanti amici che potranno, nella massima libertà e democrazia, partecipare a un recupero, sia politico, sia di consensi, del centrodestra salernitano”.

A tirale la volata al movimento ci ha pensato Alemanno: “Salerno mi mancava – ha sottolineato Alemanno -  oggi, con questa conferenza stampa, abbiamo ulteriormente arricchito il nostro Movimento non solo sul piano regionale ma anche nazionale, grazie a Palmieri, che conosco da anni e del quale conosco il grande valore. Sono certo che, nel salernitano, i tantissimi amici provenienti dalla destra si ritroveranno in questo movimento, per la costruzione di un grande polo sovranista. Per questo il 7 dicembre a Napoli daremo vita ad una grande manifestazione, sul tema “Sovranità,Identità e Lavoro”, con il vice segretario federale della Lega Giorgetti che segnerà l’inizio di un percorso che potrebbe sfociare alle elezioni politiche in un primo rassemblement elettorale destinato a far nascere in Parlamento, dopo la consacrazione del consenso popolare, quel polo sovranista sostenitore della sovranità nazionale, quale premessa indispensabile per dare valore alle identità locali tanto al Nord quanto al Sud”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2018, nasce il Movimento per la Sovranità: Palmieri responsabile provinciale

SalernoToday è in caricamento