Niente messa a scuola ad Agropoli, Forza Nuova: "Sudditanza verso gli stranieri"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Ad Agropoli, in provincia di Salerno, quest'anno non si terrà la canonica messa di Natale per i ragazzi frequentanti il Primo Circolo Didattico. A deciderlo il consiglio di istituto, che ha stabilito di interrompere una tradizione consolidata, sbandierando una pretestuosa laicità della scuola.

 

A rispondere, in una nota congiunta, sono il coordinatore regionale ed il dirigente nazionale di Forza Nuova, Ivano Manno e Valerio Arenare: "Altro che laicità della scuola, si tratta di un vero e proprio atto di sudditanza nei riguardi degli stranieri e delle loro culture. Purtroppo si sta radicando in regione un deteriore atteggiamento volto a cancellare progressivamente le tradizioni, tra cui la messa di Natale rientra a pieno titolo; tutto per non urtare la presunta sensibilità degli immigrati, cui invece viene lasciato ampio margine di manifestazione religiosa e culturale.

È piuttosto grave che a farne le spese siano dei bambini, tanto più in una scuola, luogo di educazione per antonomasia; in cui, purtroppo, va sempre più diffondendosi una cultura di sottomissione allo straniero e di rinnegamento della propria identità, valore che invece è fondamentale per la crescita delle nuove generazioni".
 

Torna su
SalernoToday è in caricamento