"NO impianti rifiuti", delibera approvata all'unanimità a Sarno

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

NO a nuovi impianti per il recupero e lo smaltimento dei rifiuti su tutto il territorio comunale di Sarno: dopo oltre sette ore di dibattito, con momenti anche di forte tensione, passa in Consiglio Comunale la delibera con i voti della maggioranza e dell'opposizione, proposta dal Sindaco Giuseppe Canfora e dagli Assessori al Governo del territorio Eutilia Viscardi e all'Ambiente Roberto Robustelli. Nell'atto deliberativo  - integrato con un emendamento delle forze di minoranza che prevede il controllo degli scarichi fognari nell'area Pip - si chiede alla Regione Campania e alla Provincia di Salerno che il Comune di Sarno venga riconosciuto come area non idonea alla localizzazione di impianti per il recupero e lo smaltimento dei rifiuti.


L'atto di indirizzo approvato prevede in particolare:

  • La richiesta alla Provincia di dichiarare Sarno zona non idonea alla localizzazione di nuovi impianti di rifiuti;
  • La direttiva agli uffici comunali di opporsi in ogni sede alla collocazione di nuovi impianti o all'ampliamento produttivo di quelli preesistenti;
  • La modifica del Piano Urbanistico Comunale per evitare la collocazione di nuovi impianti.
  • Il divieto per l'Agenzia dello sviluppo (ex Agroinvest) di concedere fondi comunali ad aziende che trattano rifiuti.

Questa delibera è la naturale conseguenza del percorso legale avviato dopo il terribile incendio del marzo scorso e dopo gli esposti presentati nei mesi precedenti per gli odori nauseabondi, un percorso condiviso da un comitato composto di tanti cittadini.

"Sarno,
oggi si sveglia con una luce nuova, una prospettiva per la quale abbiamo lottato - dichiara il Sindaco Canfora -. Una Sarno che dice a gran voce  #NO a nuovi  #impianti di  #recupero e  #smaltimento  #rifiuti, NO all’ampliamento di quelli esistenti e si dichiara Zona non idonea alla collocazione di tali impianti. Una città che si ama profondamente e che si tutela. Non mi soffermerò, ora, sulle polemiche che trovo inadatte oltre che relative a fatti che, così come raccontati, sono non veritieri.

Voglio gioire con tutti voi per un obiettivo importantissimo raggiunto con fatica per la nostra città, i nostri figli, i nostri nipoti. Frutto di un grande lavoro, di giorni e di notti intere. Garantiamo così un futuro migliore - aggiunge il primo cittadino di Sarno -..

Il mio grazie va ai cittadini, in particolar modo ai residenti delle aree più critiche, che ci sono accanto in questa battaglia, con forza, determinazione, fiducia e noi siamo al loro fianco.

Ci sosteniamo a vicenda in questa conquista di civiltà, salute ed ambiente. Ci saranno ancora altri passi da compiere insieme. Il mio grazie alla Giunta, ai miei consiglieri per l’equilibrio, la competenza, la serietà nell’affrontare i consigli comunali come momenti della città e per la città; nella compostezza del dialogo e del confronto quali rappresentanti dei cittadini e non di se stessi, con spettacolarizzazioni da social durante l’assise. Oggi Sarno si distingue ancora una volta per la serietà degli atti, il coraggio dei provvedimenti, il futuro di tutti".

Il Sindaco Canfora e l'Amministrazione Comunale


 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento