Politica Nocera Inferiore

Elezioni Nocera Inferiore, Tonia Lanzetta insieme ai giovani: "La mia idea di futuro per la città"

La prima uscita pubblica del candidato sindaco è al fianco dei ragazzi de "La Ginestra", una delle cinque liste che la sosterrà nella campagna elettorale, fatta interamente di ragazzi

Giovani, tanti. Cittadini, altrettanto. Partiti, nessuno. E per qualcuno, anzi per molti, è meglio così. La prima uscita pubblica del candidato sindaco a Nocera Inferiore, Tonia Lanzetta, è al fianco dei ragazzi de "La Ginestra", una delle cinque liste a suo sostegno che oggi pomeriggio ha inaugurato il comitato elettorale, presso piazza Zanardelli a Nocera Inferiore. Pur con un pizzico di emozione, Lanzetta ha rimarcato quello che già suona come uno slogan da ripetere da qui ai prossimi mesi di campagna elettorale: "Dobbiamo immaginare di ritornare cittadini e allo stesso tempo immaginare una città sostenibile, che possa offrire una vivibilità migliore rispetto a quella attuale. Partendo magari dalla mobilità, ad esempio, che soffre in questi mesi e con una idea di visione che non sia quella di questi anni. Il mio sguardo è al futuro, qui con me ci sono tante donne e giovani, tanti che vogliono mettersi in gioco"

L'incontro

Notevole partecipazione, quella di oggi pomeriggio, di tanti cittadini accorsi ad ascoltare il candidato sindaco, nonostante il giorno di festa. A riguardo, Lanzetta ha aggiunto: "C'è voglia di dare un contributo alla città in termini di dare, non di ricevere. Dico basta con la politica della promessa, della vecchia politica, del vedremo o del faremo. Penso alle future generazioni, questo è l'elemento più importante. Noi dobbiamo immaginare di consegnare la città alle future generazioni e non essere avari sulla propria". Una battuta sul suo ruolo di opposizione in consiglio: "Lo ritengo costruttivo, come mi è stato anche riconosciuto da più parti, perchè mi ha dato la possibilità di conoscere problematiche da consigliere e non più da cittadino". Sulla scelta, poi, di aprire un comitato proprio lungo piazza Zanardelli: "E' un segno importante per questo quartiere, che raccoglie un patrimonio artistico e culturale importante di questa città. Vi è necessità di rivedere le attività che lo riguardano, di immaginare qualcosa di concreto anche sui beni che non sono di proprietà del comune, come la Caserma Tofano. Si parla tanto di indirizzi, ma dobbiamo partire dal presupposto che il bene non è del Comune, quindi va fatto un tavolo con tutti i soggetti interessati". Infine, Lanzetta ha ricordato che alcune delle sue battaglie sono finalmente andate a complimento, come il piano del verde e quella contro l'amianto. Resta ancora molto da fare, "come l'abbattimento delle barriere architettoniche, insieme ad ulteriori criticità non risolte, dove si scontano ritardi notevoli".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Nocera Inferiore, Tonia Lanzetta insieme ai giovani: "La mia idea di futuro per la città"
SalernoToday è in caricamento