Sabato, 19 Giugno 2021
Politica

Nocera Superiore dice no alla fusione con Nocera Inferiore

Quattordici su quattordici hanno votato, in consiglio comunale, la delibera del sindaco Giovanni Maria Cuofano per dire no alla fusione con Nocera Inferiore

Quattordici su quattordici hanno votato, in consiglio comunale, la delibera del sindaco Giovanni Maria Cuofano per dire no alla fusione con Nocera Inferiore. "Ora - ha detto il sindaco Giovanni Maria Cuofano - si passa al cambio del nome, la città si chiamerà Nuceria". 

La nota del Comitato a favore della fusione

Ma il Comitato pro unione, in una nota dichiara: “Abbiamo grande rispetto per chi la pensa diversamente da noi e abbiamo grande considerazione delle Istituzioni cittadine anche se non abbiamo compreso la tempistica e abbiamo molti dubbi sulla legittimità e l’efficacia della delibera approvata. Avremmo gradito essere coinvolti prima e non al termine di una discussione animata ma paradossale, tutta chiusa all’interno del palazzo e già proiettata verso la prossima campagna elettorale. Ringraziamo il presidente Monetti per la sensibilità istituzionale ma prendiamo atto della netta chiusura al dialogo e della incomprensibile paura per il confronto. Non ci preoccupa l’esito di un Consiglio Comunale inefficace che ha abdicato al proprio ruolo, favorire il confronto e rappresentare tutti i cittadini, e ha esaurito, a questo punto, la sua funzione, orientare e determinare le scelte future. Non cambia niente dal punto di vista procedurale perchè gli unici soggetti legittimati a dire No alla Fusione sono le popolazioni interessate, così come recita l’articolo 133 comma 2 Costituzione della Repubblica italiana. Continueremo a parlare di Fusione fino a quando non si consentirà a tutti i nocerini di decidere il proprio futuro liberamente, attraverso il Referendum, il cui iter è chiaro e non può essere “bloccato” nemmeno da una celibera Consiliare”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nocera Superiore dice no alla fusione con Nocera Inferiore

SalernoToday è in caricamento