rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Politica Olevano sul Tusciano

Elezioni comunali ad Olevano sul Tusciano, Gagliardino presenta il programma ai cittadini

Il candidato sindaco: "Ci piace volare in alto ma con i piedi saldamente a terra.Abbiamo una necessità primaria di miglioramento, ma che parte dalle cose semplici. Un mattone dopo l’altro, ma messo bene”

Ha dato il via alla campagna elettorale per le comunali 2023 ad Olevano sul Tusciano il candidato sindaco Eugenio Gagliardino con l’apertura della sede del Comitato Elettorale “La cosa giusta da fare”. Un appuntamento atteso quello di giovedì 23 marzo che ha visto un’ampia partecipazione da parte degli olevanesi, i quali hanno potuto consultare e sottoscrivere il programma elettorale proposto dal comitato.

L'incontro elettorale

Tanti i giovani che hanno voluto testimoniare il loro sostegno con la propria partecipazione ma altrettante anche le famiglie che hanno ascoltato con interesse i punti programmatici del programma elettorale esposto. La condivisione del progetto politico è stata definita « un momento politicamente più alto, che viene prima di tutto il resto» proprio perché ha rappresentato un’occasione per porre l’accento sulla visione del Paese che Gagliardino ed i candidati vorrebbero vedere realizzata alla fine del mandato elettorale. Il progetto viene prima dei candidati, prima delle strategie, prima della comunicazione e per avere un senso politico pieno deve essere condiviso e sottoscritto dalla cittadinanza, un monto voluto fortemente affinchè ciascuno si senta parte attiva. I criteri che hanno ispirato la redazione del programma sono stati senz’altro l’ascolto dei bisogni della comunità e la concretezza, perchè sono stati pensati obiettivi realizzabili. “Ci piace volare in alto – ha dichiarato Gagliardino commentando il programma - ma con i piedi saldamente a terra.Abbiamo una necessità primaria di miglioramento, ma che parte dalle cose semplici. Un mattone dopo l’altro, ma messo bene”.

Il programma

Il progetto de “La cosa giusta da fare” pone al centro tre aree di intervento:

TERRITORIO

Avviare il progetto “la via dell’olio”, ossia fare un accordo di cooperazione con produttori di Grecia e Spagna e con loro arrivare nei marcati dell’est asiatico. Realizzare l’orto
sociale e una scuola di potatura. Il fiume Tusciano è una risorsa del territorio olevanese che va valorizzata attraverso una sere i bonifiche affinchè sia più vivibile, anche grazie
alle nuove regole concordate nel “parco fluviale”, dando la possibilità di istallare percorsi, sentieri, chioschetti. Il Comune, a supporto del Comitato spontaneo degli
agricoltori, dovrà organizzarsi in modo tale da individuare una nuova zona di captazione e un nuovo sistema continuo di manutenzione dei canali.

I SERVIZI ALLA PERSONA

Una serie di proposte che spaziano dai servizi sanitari ai servizi ludici e di intrattenimento, dal centro polifunzionali per giovani e meno giovani allo sportello informativo per i
giovani disoccupati. Aggiornando i servizi comunali con la digitalizzazione e l’implementazione di una APP per fare le dovute segnalazioni al comando vigili e agli altri
uffici comunali. Nell’ambito dei servizi alla scuola potenziamento dei servizi di pre e post accoglienza. Il progetto “sindaco per un giorno” vuole avvicinare i ragazzi delle scuole
medie alla politica creando l’occasione ai ragazzi di andare in visita dal Presidente della Repubblica a Roma. Tra gli obiettivi per realizzare una comunità dove il benessere sia
diffuso si è pensato alla realizzazione di percorsi naturali, passeggiate lungo il fiume, corse campestri e in bike, nonché percorsi cardio per chi soffre di particolari patologie.
Nel benessere non vanno trascurati gli amici a quattro zampe di tante famiglie olevanesi per i quali si vorrebbe realizzare un’area attrezzata e, verificando la disponibilità dei
comuni limitrofi, costituire un consorzio per la gestione di un canile sovracomunale.

ECONOMIA

Il progetto economico dovrà senza dubbio basarsi su energia innovativa e sviluppo. Olevano è il paese dell’energia pulita: dalla centrale idroelettrica del secolo scorso alla
centrale fotovoltaica del nuovo millennio. Istituire il museo dell’energia è un grande strumento di promozione. Così occorre tentare di costruire una Comunità Energetica che
possa, collettivamente, avviare progetti finalizzati al risparmio energetico di tutte le famiglie. Lo Sviluppo, infine, viene attuato verosimilmente dall’attuazione degli
strumenti urbanistici vigenti, dalla sistemazione di strade e arredi urbani e dall’ampliamento di infrastrutture primarie come fogne e pubblica illuminazione.
Istituire “La fiera dei prodotti olevanesi”, una sorta di vetrina in cui tutti gli imprenditori olevanesi possano esporre i propri prodotti e il proprio marchio.

Il commento 

"A quanti mi chiedono in maniera schietta e diretta le ragioni della mia candidatura rispondo con altrettanta semplicità e serenità; Perché è la cosa giusta da fare! Non è la cosa più conveniente né la cosa più comoda, è semplicemente la cosa giusta da fare. Penso sia possibile pensare ad Olevano sul Tusciano come un paese che arriva a contare 10.000 abitanti, dotato di servizi di qualità che siano sostenibili da un punto di vista ambientale e all'avanguardia dal punto di vista tecnologico ed energetico. È necessario investire su culture e preparazione dei nostri giovani e dei nostri bambini per riservare loro un futuro meno incerto. Il nostro programma elettorale è pensato per la costruzione di una comunità fatta di persone che collaborano per il bene del paese, è un progetto politico ambizioso proposto da persone serie, affidabili e competenti che vogliono realizzare coraggiosamente la loro visione del paese. Da soli Però non riusciamo a fare un bel nulla occorre il contributo di tutti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni comunali ad Olevano sul Tusciano, Gagliardino presenta il programma ai cittadini

SalernoToday è in caricamento