menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedale di Eboli: il piano ospedaliero soddisfa Forza Italia

"Non possiamo che essere vivamente soddisfatti - esordisce Cardiello - perchè vengono ribadite alcune linee da noi dettate in consiglio comunale: l'ospedale di Eboli non chiude e sarà il fiore all'occhiello della Piana del Sele".

Il capogruppo di Forza Italia al Comune di Eboli, Damiano Cardiello, esulta per il piano ospedaliero presentato da Squillante. "La proposta di Squillante, va esattamente incontro alla nostra proposta - esordisce Cardiello - Abbiamo rinunciato al campanilismo e la nostra proposta è stata favorevolmente accolta. Non possiamo che essere vivamente soddisfatti perchè vengono ribadite alcune linee da noi dettate in consiglio comunale: l'ospedale di Eboli non chiude e sarà il fiore all'occhiello della Piana del Sele".

"Vengono mantenuti servizi essenziali, di emergenza ma anche di specialistica. La sinistra ebolitana ha dato una prova pessima di come entrare nel merito della questione, ha paventato da anni la chiusura e puntato al disastro - continua il capogruppo di Fi - Ma solo con una proposta concreta si potevano ottenere risultati. Noi l'abbiamo fatta mentre gli altri pensavano alla difesa di interessi particolari. Eboli perde concretamente solo pochi posti letto e conserva i reparti di Pronto Soccorso, Chirurgia Generale, Terapia Intensiva, Medicina, Medicina Trasfusionale, Nefrologie e Dialisi, Ortopedia, Oculistica, Radiologia, Urologia, Terapia Intensiva, Anatomia Patologica, Malattie Infettive, Biologia Molecolare, Endocrinologia, Farmacia, Endoscopia, Geriatria, Odontostomatologia, Otorinolaringoiatria, Cardiologia e Medicina Nucleare".

"Il polo nascite a Battipaglia potrà diventare di terzo livello e garantire qualità. Anagraficamente non cambierà nulla, vale la pena ricordarlo. Ci adopereremo - conclude Cardiello - con il Presidente Caldoro, costretto a far fronte a un debito di € 6.000.000.000 lasciato da Bassolino, al fine di evitare qualsiasi modifica che mortifichi la Piana del Sele".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento