menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La visita del ministro Grillo

La visita del ministro Grillo

Ospedale di Scafati, visita del ministro Grillo: "Basta sprechi". Stoccata a De Luca

L'esponente del Movimento Cinque Stelle non esclude la possibilità di revocare il commissariamento della sanità regionale attualmente affidato al governatore

Prosegue il tour campano del ministro della Salute Giulia Grillo. Questa mattina l’esponente del M5S ha visitato l’ospedale “Mauro Scarlato” di Scafati, il cui pronto soccorso è stato da tempo trasformato in punto di primo intervento.

La visita

Ad accompagnarla c’erano la capogruppo alla Regione Valeria Ciarambino e i vertici della struttura sanitaria. “Non posso fare promesse di alcun tipo, posso dirvi che come ministero faremo tutto il possibile per evitare situazioni di spreco come queste e per dare la spinta politica per farvi avere tutto quello che non avete potuto avere in questi anni” ha chiarito il ministro, che ha poi precisato: “Ho già detto che la riapertura del pronto soccorso è un tema complicato. L'ospedale è aperto, bisogna capire cosa fargli fare. E soprattutto, come dicevano i cittadini, riuscire a lavorare sulla rete dell'emergenza-urgenza. Perché non è una questione di un singolo ospedale. È una questione di servizi. I fondi ci sono. Se ieri De Luca mi dice che stanno pagando tutti i crediti, vuol dire che i fondi ci sono”.

Il commissariamento

Sollecitata dai giornalisti sulla possibile fine del commissariamento della sanità in Campania, attualmente affidato dal governatore De Luca, il ministro grillino ha chiarito: “Noi guarderemo i numeri e con i numeri valuteremo. Sicuramente farò la mia parte rispettando l'autonomia regionale ma non abbandonando questi cittadini. Perché uno Stato c'è ed è per questo che sono qui oggi”. Allo stato, comunque, la situazione resta critica. “Gli ultimi tavoli non sono buoni sulla Campania e sul commissariamento. Non è facile. Tra l'altro c'è anche un tema di non capire che la sanità richiede grandissima competenza, forse una delle competenze maggiori. Che competenza ha un presidente di Regione per fare il commissario? Ce lo siamo chiesti? È un fatto politico o è un fatto tecnico - ha proseguito la titolare del dicastero della Salute -. Io non avrei allargato assolutamente, e infatti abbiamo votato contro la legge che ha permesso di far nominare commissari i presidenti di Regione”. Secondo il ministro Grillo è necessario “assicurare al cittadino la qualità. E nel momento in cui si commissaria la Regione, si sta mettendo nelle mani di una singola persona che deve risolvere tutti i problemi che gli altri non hanno saputo risolvere. E come lo può fare uno che deve fare anche il presidente della Regione? Mi pare un pochino complicato e anche leggermente ambizioso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento