rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica Vallo della Lucania

Lavoratori socialmente utili del Parco del Cilento, nessuna proroga: Cirielli (FdI) attacca Orlando

Per l’esponente della destra si tratta di “un chiaro atto contro la Costituzione, articoli 1 e 4, una risposta scellerata che trasformerà gli Lsu in futuri percettori di reddito di cittadinanza

“Altro che politiche attive del lavoro! I lavoratori socialmente utili del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni sono stati beffati dal Pd e dal ministro Orlando, che non ha disposto la proroga. Evidentemente Orlando ha scelto per loro la soluzione peggiore, il sostegno al reddito, offendendo la dignità dei lavoratori e negando loro il diritto al lavoro”. Lo dichiara il Questore della Camera e deputato salernitano di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli in merito alla vertenza dei lavoratori dell’Ente. 

Le critiche al governo

Per l’esponente della destra si tratta di “un chiaro atto contro la Costituzione, articoli 1 e 4, una risposta scellerata che trasformerà gli Lsu in futuri percettori di reddito di cittadinanza, una follia grillina che, per mantenere le poltrone, sia il Pd che la Lega e Forza Italia hanno avallato, che andrebbe radicalmente cambiata con l’implementazione delle politiche di sostegno attivo e passivo al lavoro per promuovere, appunto, l’occupazione e l’inserimento lavorativo. Se anche il Ministero del Lavoro, anziché continuare a far lavorare le persone, preferisce farle percepire il reddito di cittadinanza, siamo veramente alla frutta. Un assurdo comportamento assistenziale che il centrosinistra, dopo aver votato in parlamento contro, ora sostiene, nonostante favorisca il lavoro nero che, a chiacchiere, Orlando dice di voler contrastare” conclude Cirielli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori socialmente utili del Parco del Cilento, nessuna proroga: Cirielli (FdI) attacca Orlando

SalernoToday è in caricamento