Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Scontro Tavella-Orfini: "camorristi nel Pd?" L'ira del segretario della Cgil

Tavella giudica "gravissime le affermazioni sui camorristi iscritti al Partito Democratico". E Gianfranco Valiante incalza: "È uno di quei politici che orientano le proprie esternazioni adeguandole ai propri interessi"

"Le dichiarazioni rilasciate ieri dall’Onorevole Orfini nel corso dell’incontro con gli organi di informazione mi lasciano rattristato e basito. Si gioca allo sfascio e per questo, come già detto, non mi presterò ad essere strumento di una volgare, incomprensibile e dannosa linea politica". Lo scrive in una nota Franco Tavella capolista Comitato per Cuperlo Segretario.

"Giudico gravissime le affermazioni sui camorristi iscritti al Partito Democratico: danneggiano il partito e invadono campi non proprio attinenti alla competizione per le primarie. Con la sua linea e le sue dichiarazioni, l’Onorevole Orfini sta arrecando un danno notevole al Pd che va al di là della competizione del prossimo 8 dicembre e ne lede l’immagine agli occhi di milioni di elettori", ha aggiunto.

"È uno di quei politici che orientano le proprie esternazioni adeguandole ai propri interessi; l'obiettivo dell'onorevole Orfini è chiaramente quello di demonizzare scorrettamente l'avversario per lucrare consensi alla propria parte. È la parte deteriore della politica che intendiamo mettere al bando”, incalza il consigliere regionale Gianfranco Valiante.

“Ringrazio l'amico Tavella che con le sue dichiarazioni aiuta a portare all'attenzione un problema molto serio, di cui è giusto discuterne senza ipocrisie. Evidentemente, preso dal suo importante impegno di segretario regionale della Cgil, a Franco sono sfuggite le notizie pubblicate in questi giorni da diversi organi di informazione su presunte iscrizioni di affiliati alla camorra al Pd, e l’indagine della Direzione distrettuale antimafia sul tesseramento”, ha ribattuto Orfini.

“Purtroppo la notizia non l'ho inventata io – aggiunge Orfini – e credo che il modo di affrontare una questione così drammatica non possa essere far finta che non esista. Sono certo di non doverlo dire al dirigente di una grande organizzazione che al contrasto alla criminalità organizzata ha pagato negli anni prezzi altissimi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro Tavella-Orfini: "camorristi nel Pd?" L'ira del segretario della Cgil

SalernoToday è in caricamento