menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il consigliere Emiliano Torre

Il consigliere Emiliano Torre

Adeguamento alla media europea degli stipendi, Sel avvia la petizione

E' stata avviata il 31 gennaio e proseguirà fino al 10 marzo la petizione di Sel per l'"adeguamento alla media europea degli stipendi, emolumenti, indennità degli eletti negli organi di rappresentanza nazionale e locale"

Approda anche in città, presso il gruppo consiliare di Sinistra Ecologia Libertà al comune di Salerno, la petizione per a favore della proposta di legge di iniziativa popolare sull' "Adeguamento alla media europea degli stipendi, emolumenti, indennità' degli eletti negli organi di rappresentanza nazionale e locale".  Affiancando il gruppo Facebook apartitico "Nun te regghe più" promotore, lo scorso luglio, dell'iniziativa, Sel, infatti, intende abbracciare la causa dell'adeguamento degli stipendi, coinvolgendo i salernitani nella raccolta firme. Ogni martedì e giovedì, dunque, a Palazzo di Città, dalle ore 9:15 fino alle 14, sarà possibile aderire alla petizione.

"Invitiamo i cittadini interessati a firmare e a prendere contatti con il gruppo consiliare o con quello promotore, anche attraverso facebook, al fine di garantire la massima diffusione della iniziativa", ha detto il capogruppo Sel al Comune, l'avvocato Emiliano Torre, che annuncia anche banchetti e manifestazioni nelle piazze cittadine e nei mercati rionali, per racimolare il maggior numero possibile di firme da parte dei cittadini.

"La proposta di legge - conclude Rudy Di Giacomo per il gruppo "Nun te regghe più" - prevede un unico articolo secondo cui i parlamentari italiani eletti al Senato della Repubblica, alla Camera dei Deputati, i ministri, i consiglieri e gli assessori regionali, provinciali e comunali, i governatori delle Regioni, i presidenti delle  Province eletti dai cittadini, i sindaci, i funzionari nominati nelle aziende a partecipazione statale ed equiparati, non debbano percepire, a titolo di emolumenti, stipendi ed indennità, tenuto conto del costo della vita e del potere reale d'acquisto, più della media aritmetica europea degli eletti negli altri Paesi dell'Unione".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento