rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Piano d'emergenza Asl Salerno, Valiante attacca la regione Campania

Il consigliere regionale salernitano del partito democratico si scaglia contro la regione Campania e l'azienda sanitaria locale a proposito del piano di emergenza - urgenza presentato dall'Asl Salerno all'ente regionale

"Condividiamo la diffusa preoccupazione che accomuna cittadini, operatori sanitari, organizzazioni sindacali e di volontariato per un piano di emergenza - urgenza perennemente in itinere e mai realizzato per la condizione di macroscopica confusione che connota chi governa la sanità della regione Campania" così, in una nota, polemicamente, il consigliere regionale salernitano del partito democratico Gianfranco Valiante a proposito del piano di emergenza - urgenza.

"L'Asl di Salerno ha provveduto, nelle scorse ore, a trasmettere alla Regione la propria proposta di riorganizzazione del piano di emergenza che, temiamo, rimarrà ancora priva di applicazione pratica per le gravi incertezze del commissariato ad acta regionale che, a distanza di due anni dalla sua adozione, non consentono l'attuazione della riorganizzazione della rete ospedaliera (decreto 49/2010) senza la quale è impensabile realizzare un serio piano dell'emergenza - urgenza, che è il primo passo indispensabile per garantire condizioni di vera sanità ai cittadini".

Valiante va giù duro contro la regione: "A distanza di ventiquattro mesi la prevista riorganizzazione ospedaliera è ancora del tutto inattuata: soltanto confusione e propaganda sul progetto provinciale di rete ospedaliera e dei relativi presidi che, giorno dopo giorno, in condizioni di indicibili difficoltà per macroscopiche carenze di risorse umane, strumentali e finanziarie non riescono ad assicurare un servizio sanitario efficace; nell'ultimo anno i ricoveri fuori regione o in ospedali privati sono incrementati del 15% con conseguenza di grave disagio per gli utenti ed aggravio di spesa per le esangui casse regionali. Il commissario ad acta e governatore della regione conferma la sua incapacità ad ottenere dal Ministero dell'Economia lo sblocco del turn over che paralizza ormai il nostro sistema della sanità".

Gianfranco Valiante conclude: "Un piano di emergenza - urgenza, primo passo e condizione determinante per il rilancio della riorganizzazione sanitaria, che parte dunque sotto cattivi auspici. Anche i vertici commissariali dell'Asl salernitana ci spieghino se il piano sottoposto per l'approvazione alla regione sia stato condiviso (come noi riteniamo indispensabile) dall'azienda ospedaliera di Salerno e soprattutto smentiscano la proposizione di un secondo antitetico piano dell'emergenza - urgenza che sarebbe stato formulato alla regione dal proprio direttore sanitario in palese, permanente contrasto con la direzione commissariale. I cittadini non possono più attendere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano d'emergenza Asl Salerno, Valiante attacca la regione Campania

SalernoToday è in caricamento