rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Piano emergenza Asl, il commento del consigliere Valiante

Il consigliere regionale del Pd Gianfranco Valiante chiede a Caldoro di intervenire in merito al piano dell'emergenza sul territorio, per il quale l'Asl Salerno "ha presentato due proposte"

Il consigliere regionale Gianfranco Valiante ha presentato una interrogazione urgente al presidente della giunta regionale Stefano Caldoro, in qualità di commissario ad acta per il piano di rientro della sanità, relativamente alla questione del "Piano di emergenza territoriale dell'Asl Salerno".

Il consigliere regionale salernitano del partito democratico chiede a Stefano Caldoro "se è al corrente della presentazione di due proposte di piano dell'emergenza sanitaria da parte della Asl di Salerno, discordanti e contrastanti fra di loro" e "quali iniziative intende intraprendere per porre fine allo tale stato di confusione che tale situazione ha ingenerato fra gli operatori sanitari tutti e i cittadini della provincia di Salerno".

"La normativa vigente - ricorda Valiante - stabilisce che entro giugno 2012 le ASL debbano trasmettere alla regione il piano dell'emergenza territoriale: l'Asl di Salerno ha trasmesso due diverse proposte di piano dell'emergenza, discordanti ed in contrasto tra loro, una predisposta dall'attuale commissario Maurizio Bortoletti, l'altra dal sub commissario Sara Caropreso. La situazione - continua il consigliere regionale - ha ingenerato una diffusa preoccupazione e confusione fra gli operatori sanitari, sindacati, organizzazioni di volontariato e cittadini in quanto a distanza di ventiquattro mesi la prevista riorganizzazione ospedaliera è ancora del tutto inattuata".

"Allo stato - prosegue il consigliere regionale Pd - regna soltanto disordine sul progetto provinciale di rete ospedaliera e dei relativi presidi che, giorno dopo giorno, in condizioni di difficoltà per macroscopiche carenze di risorse umane, strumentali e finanziarie non riescono ad assicurare un servizio sanitario efficace". Valiante, nel ricordare che nell'ultimo anno i ricoveri fuori regione o in ospedali privati sono incrementati del 15% con un conseguente disagio per gli utenti e un aggravio di spesa per le esangui casse regionali, sollecita il commissario della Sanità, Stefano Caldoro, "a porre fine allo stato di totale confusione".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano emergenza Asl, il commento del consigliere Valiante

SalernoToday è in caricamento