Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica Tramonti

Frana in Costiera, Piero De Luca: "Subito un piano"

Il consigliere regionale Michele Cammarano (M5S): "Stop alle opere tampone, serve intervento strutturale"

“Esprimo vicinanza e solidarietà alle comunità toccate dagli eventi atmosferici che hanno creato danni e disagi in Costiera Amalfitana"

Lo ha detto Piero De Luca (Pd), dopo le frane e gli allagamenti di ieri "che hanno compromesso lo svolgimento delle attività quotidiane dei cittadini e delle famiglie, la loro sicurezza e la viabilità del territorio. I cospicui allagamenti hanno procurato inoltre ingenti danni ad alcune abitazioni ed attività commerciali".

Parla Piero De Luca

"Il Centro Coordinamento Soccorsi, in collaborazione con l'amministrazione regionale e provinciale, i sindaci e gli amministratori del territorio, si sono immediatamente attivati per risolvere in tempi brevi le criticità piu’ urgenti coadiuvati dalla Protezione Civile, dalla Polizia Provinciale, i Vigili del Fuoco e le Forze dell'Ordine per limitare i disagi ai cittadini, alla circolazione e tutelare l’incolumità pubblica.

Seguiamo con attenzione l'evolversi della situazione, e siamo impegnati, per il futuro, a predisporre ed attivare un piano di pre allertamento e monitoraggio delle colate di fango e detriti che possono verificarsi in occasione degli eventi atmosferici estremi, sfruttando le risorse dedicate del Recovery Fund per fronteggiare questa ulteriore emergenza”

Le parole di Cammarano

Anche il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle ha commentato l'accaduto: "Gli allagamenti e le frane che si sono verificati a Minori e a Ravello dimostrano ancora di più la fragilità del nostro territorio. Gli eventi franosi hanno mostrato la veridicità delle nostre denunce e delle nostre preoccupazioni, rispetto alla necessità di tutelare l’ambiente naturale della Costiera Amalfitana contro l’erosione naturale e l’azione antropica. La Costiera Amalfitana è patrimonio Unesco e necessita di una visione di insieme che si allarghi al bacino idrografico. Tutela dell’ambiente, difesa del suolo e delle acque, pianificazione urbanistica sono interconnessi: ne abbiamo avuto conferma nei recenti episodi alluvionali - ha denunciato - I piani urbanistici, i tunnel che deturpano il paesaggio e traforano le montagne che crollano a mare (come il recente foro approvato a tempo record dalla giunta regionale, dell’importo di 18milioni di euro a cui ci siamo opposti), senza le necessarie indagini geologiche ed idrogeologiche, non sono più ammissibili. La fascia costiera va tutelata" ha concluso il consigliere pentastellato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frana in Costiera, Piero De Luca: "Subito un piano"

SalernoToday è in caricamento