San Pietro al Tanagro: polemiche per il mancato riconoscimento ad Angelo Petruccio

Non ha mancato di suscitare polemiche la decisione della maggioranza comunale di San Pietro al Tanagro di non concedere la cittadinanza onoraria ad Angelo Petruccio, vice ambasciatore in Niger

Non ha mancato di suscitare polemiche la decisione della maggioranza comunale di San Pietro al Tanagro di non concedere la cittadinanza onoraria ad Angelo Petruccio, vice ambasciatore in Niger. La vicenda, che ha visto lo schierarsi dell'opposizione contro tale decisione, è stata spiegata dalla maggioranza e dallo stesso sindaco Domenico Quaranta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'intervento

Nella nota della maggioranza si spiega come la discussione in Consiglio Comunale sia stata incentrata su una lettera firmata da Graziano, capogruppo di minoranza e promotore dell'iniziativa, che, però, risultava assente. La lettera: "Più che essere una propositiva narrazione del curriculum vitae del nostro benemerito concittadino finalizzato alla condivisione di un riconoscimento dall’alto valore simbolico, è apparso subito come un documento politico di attacco gratuito, immotivato e fuori luogo rivolto al gruppo di maggioranza ed al sindaco - ha spiegato Quaranta - Ascoltato l’intervento ho preso le distanze dai contenuti espressi nel documento, giudicandolo offensivo e provocatorio, considerando gli indubbi meriti di Petruccio, e ho proposto la convocazione della conferenza dei Capigruppo consiliari a norma del regolamento che disciplina il conferimento della cittadinanza onoraria e delle civiche benemerenze nel nostro Comune. Tale proposta - conclude il sindaco - rimaneva e rimane finalizzata all’esclusivo scopo conferire un giusto, condiviso e documentato riconoscimento che viene concesso a nome di tutto il popolo di San Pietro attraverso tutti i suoi rappresentanti in Consiglio Comunale. Tale proposta ha ottenuto il voto contrario del gruppo di minoranza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Richiamato per la mascherina abbassata, reagisce male: uomo bloccato a Salerno

  • Giù dal quinto piano di casa, dramma a Nocera: muore ragazzo di 16 anni

  • Pastena, palpeggiata nelle parti intime mentre torna a casa: indagini in corso

  • Fiume Sele: dopo il lockdown, un'esplosione di colori e biodiversità

  • Covid-19: oggi solo lo 0,09% dei tamponi positivi, 2 nuovi contagi all'ospedale di Eboli

  • Rissa in pieno centro a Pontecagnano: un giovane in ospedale

Torna su
SalernoToday è in caricamento