rotate-mobile
Politica Pontecagnano Faiano

Pontecagnano, il nuovo "capo di gabinetto" è un ex candidato: esplode la polemica

Ad alzare il tiro contro la nomina del sindaco Giuseppe Lanzara sono il capogruppo di Forza Italia Francesco Pastore e il consigliere comunale del Movimento Libero Angelo Mazza: "E' l'inizio della fine del cambiamento"

Esplode una nuova polemica politica al Comune di Pontecagnano Faiano. Dopo quella sulle assunzioni nello staff del primo cittadino Giuseppe Lanzara, ora nel mirino dell’opposizione di centrodestra finisce  l’assunzione a tempo pieno di un istruttore amministrativo con funzioni di Capo di Gabinetto.  

La scelta

Al termine della selezione pubblica indetta dal Comune sono risultate idonee tre persone: Mario Borrelli, Maria Carmela Inverso e Antonio Nobile. Alla fine, però, la scelta è ricaduta su Borrelli, candidato alle ultime elezioni comunali con la lista “Energie” (non è stato eletto in quanto ha ottenuto 77 preferenze) a supporto proprio della candidatura di Lanzara: “Il sindaco decreta di individuare nel dott. Mario Borrelli la professionalità idonea, in possesso dell’esperienza necessaria all’espletamento dell’incarico, alla luce del suo profilo curriculare, per lo svolgimento delle funzioni relative alle attività istituzionali, Cultura, Turismo, Pari Opportunità, Biblioteca, Marketing Territoriale e Politiche Comunitarie, nell’ambito dell’articolazione organizzativa dell’Ufficio di Gabinetto”.

La polemica

Ad alzare il tiro contro la maggioranza di centrosinistra il capogruppo di Forza Italia Francesco Pastore che usa l’ironia: “Dopo intensa e attenta selezione pubblica comparativa, è stato finalmente scelto il nuovo Capo di Gabinetto. A sorpresa si tratta del dottor Mario Borrelli, già candidato di Energie al Consiglio Comunale con Lanzara Sindaco. Un incarico di oltre 3mila euro al mese a spese della Comunità. Il Sindaco della Felicità può esultare anche stavolta: promessa mantenuta”.

Più duro il consigliere civico del Movimento Libero Angelo Mazza: “Con questa assunzione viene sancito ufficialmente l'inizio della fine del cambiamento promesso dal Sindaco della Felicità. Il neo responsabile dell'Ente, già candidato a sostegno di Lanzara in quota Energie, come previsto, è il vincitore assoluto della selezione pubblica comparativa indetta dall'Amministrazione .Un incarico di circa 40mila euro annui pagati dalla nostra Comunità: ancora una volta, il Sindaco smentisce se stesso. Nulla da eccepire sulla professionalità della figura individuata, alla quale auguriamo un proficuo lavoro nell'interesse del territorio. Ma tanti, troppi, sono i dubbi che nutriamo sull'ennesimo provvedimento "amico". In primis sulla procedura adottata con un finale decisamente scontato: una grossa presa in giro. E stupisce anche la paventata riorganizzazione della macchina amministrativa: niente rotazione, nessun potenziamento di settori nevralgici, ma via libera all'occupazione e alla politicizzazione di aree che potevano essere guidate con efficienza da dipendenti già in forza al Comune (senza un ulteriore aggravio di spesa). Inoltre, l'assunzione del dottor Borrelli decreta anche un clamoroso e preoccupante sbilanciamento politico, soprattutto in maggioranza. Zero assunzioni clientelari? Promessa non mantenuta” chiosa ironicamente Mazza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontecagnano, il nuovo "capo di gabinetto" è un ex candidato: esplode la polemica

SalernoToday è in caricamento