menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Post di Strianese contro Salvini: "Ma sparati": scoppia il caso

Il presidente della Provincia si difende: "Non ho scritto io sotto il post di Salvini. Purtroppo il mio profilo personale non è utilizzato soltanto da me, ma anche da familiari e collaboratori"

E’ destinato a far discutere il commento che il presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese ha scritto sotto un post, pubblicato lo scorso 28 gennaio, dal Ministro dell’Interno Matteo Salvini. Come si evince dallo screen pubblicato sulla pagina Facebook della Lega di Salerno, Strianese ha scritto: “Ma sparati”.  Il post del leader della Lega era riferito alla “staffetta” dei parlamentari del Partito Democratico a bordo di una nave Ong con a bordo decine di migranti in attesa di poter sbarcare in Italia.

La polemica

Ad attaccare Strianese per le sue parole, è il deputato di Fratelli d'Italia Edmondo Cirielli: "Smentisca immediatamente di essere lui l’autore del commento  (Ma sparati) comparso sotto il post Facebook di Matteo Salvini. E’ grave che un rappresentante delle Istituzioni si esprima con un linguaggio violento contro il ministro dell’Interno. Se invece fosse lui l’autore dell’insulto dovrebbe chiedere scusa e cancellare il messaggio". Pronta la precisazione del diretto interessato: "Tanto clamore per nulla. Non ho scritto io sotto il post di Salvini. Purtroppo - spiega Strianese - il mio profilo personale non è utilizzato soltanto da me, ma anche da familiari e collaboratori. Inoltre io firmo sempre con nome e cognome i miei post o i commenti, sia che vengono fatti con il profilo personale, che con quello istituzionale del Comune o della Provincia. Oggi sinceramente ero impegnato per le primarie del Pd. Avevo altro a cui pensare. Ovviamente mi scuso per il malinteso. Anche se non condivido nulla del politico Salvini e dei suoi modi di esprimersi, ho rispetto per quello che rappresenta dal punto di vista istituzionale”. I parlamentari di Forza Italia, Enzo Fasano e Gigi Casciello chiedono le dimissioni del presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese per le offese rivolte al ministro Matteo Salvini. “Le offese social rivolte dal presidente della Provincia di Salerno sono gravissime. Ancor più gravi sono le motivazioni con cui ha provato a giustificarsi. A questo punto revochi il suo staff o si dimetta. Tra l’altro Strianese non ha ritenuto nemmeno di presentare le proprie scuse al ministro dell’Interno”.

La risposta del Ministro dell'Interno

In giornata, è arrivata la replica del leader della Lega: «Scrivono ma sparati, però si definiscono democratici». Matteo Salvini ha poi riportato il tutto sui suoi profili social, puntando il dito contro Strianese. Un post che in pochi minuti ha raggiunto migliaia di like commenti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento