rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Politica

Elezioni a Nocera Inferiore, Potere al Popolo ed Erminia Maiorino presentano il programma

"Un programma che guarda al futuro per una città veramente di tutti"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Giovedì 7 Aprile alle 11, alla Casa del Popolo Cohiba in Corso Vittorio Emanuele 192, a Nocera Inferiore, Potere al PopoloAgro nocerino-sarnese e la candidata Sindaca Erminia Maiorino hanno presentato, alla presenza della stampa e de* cittadin*, il loro programma per le amministrative.La risposta della cittadinanza all’invito, ancora una volta, è stata numerosa ed entusiasta. Tanta è stata l’attenzione e tante anche le domande che le persone hanno voluto rivolgere alla candidata Sindaca.

Questa attenzione e questo calore ci insegnano ancora una volta una lezione che dura da quattro anni: la disillusione che si attribuisce alla gente non è uguale al disinteresse, non è scialba indifferenza ma bruciante delusione. Delusione per una classe politica che a tutti i livelli ha costruito muri tra sé e il popolo, che non ha più rappresentato gli interessi e le istanze di chi dovrebbe votarli, che si preoccupa principalmente di mantenere privilegi e di perseverare in strategie politiche senza prospettiva, che ignorano il momento storico delicato in cui ci troviamo. Ma non appena si dà alle persone l’occasione di esprimersi, non appena si prospetta una visione alternativa, ecco che la disillusione lascia spazio al bisogno di far sentire la propria voce, al bisogno di prendere parte a un cambiamento che non può più aspettare. La partecipazione è il principio che anima tutto il progetto politico di Potere al Popolo, e che trova ampia espressione all’interno del programma.

Spiega il coordinatore nazionale di Potere al Popolo Massimiliano Tresca: «Il programma presentato oggi è frutto di un lavoro costante e continuativo, e in realtà sempre in corso d’opera. Abbiamo potuto presentarlo prima di tutti perché siamo un’organizzazione politica strutturata e che lavora politicamente sul territorio da quattro anni. Il programma di per sé non è una collazione di proposte sconnesse e di tecnicismi sterili, ma conseguenza di un lavoro politico che dura da quattro anni. Un lavoro politico fatto di visione, di prospettiva, ma anche di grande concretezza e di capacità amministrative».

La candidata Sindaca Erminia Maiorino dichiara: «Le prossime settimane ci saranno una serie di uscite pubbliche e di eventi ad hoc che serviranno ad approfondire i singoli punti del programma, di cui durante questa conferenza stampa abbiamo cercato di illustrare lo spirito. Continuano inoltre i consueti appuntamenti del fine settimana con “Rioniamo”, che sono l’occasione per accogliere ancora nuove proposte, e per arricchire ulteriormente di senso il concetto chiave che regge tutto il nostro modo di approcciarci alla politica: la partecipazione. La gente ha bisogno di esprimersi, e lo fa con entusiasmo: ma tra l’esprimersi e il riuscire davvero a trovare ascolto si apre l’abisso fatto dalla distanza che gli amministratori pongono tra loro e la cittadinanza.

In giro ascoltiamo la sofferenza della gente, che si sente impoverita, inascoltata, esclusa, e vediamo la sofferenza della nostra terra, inquinata e affogata nel cemento. Le sfide che abbiamo davanti sono epocali, e le ricette che ascoltiamo dagli altri candidati non sono all’altezza del cambiamento necessario. Ascoltiamo candidati parlare di altre strade, di altro cemento, di mega-rotatorie: ci chiediamo allibiti se hanno capito in che mondo viviamo, se hanno capito che lo sviluppo sfrenato è la barca che ci ha portati alla deriva, è la nave che affonda. E allora l’ecologia non si può più considerare un punto di un programma, come se si trattasse di abbellire le aiuole, ma deve essere lo spirito che permea l’intero progetto. Innanzitutto, uscire dalla logica delle grandi opere, dispendiose e impattanti, e pensare in alternativa a tante piccole opere che ridisegnino l’assetto urbano in ottica sostenibile. Bisogna assolutamente farsi interpreti di un cambiamento radicale, oppure non ci salveremo. E questo cambiamento passa necessariamente attraverso la partecipazione di tutti».

Il candidato consigliere Diego Giordano: «Un’amministrazione non serve solo a mettere una pezza agli errori del passato, a risanare bilanci e a nascondersi dietro il comodo alibi dei conti in dissesto per non cambiare mai nulla. Un’amministrazione deve imprimere una svolta, anche a lungo termine, deve farsi interprete dei tempi in cui vive e dare un’altra visione. E la visione di Potere al Popolo è la partecipazione: la partecipazione attiva una relazione osmotica, di scambio reciproco virtuoso, tra amministratori e amministrati, laddove si riesce ad attingere alle risorse della città, che si fanno portatrici della visione politica e al tempo stesso la arricchiscono di nuovi stimoli».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Nocera Inferiore, Potere al Popolo ed Erminia Maiorino presentano il programma

SalernoToday è in caricamento