menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caos nel Pd, Vaccaro denuncia: "Avviate le esplulsioni, mi sospendo dal partito"

Il deputato annuncia che la senatrice Angelica Saggese, il giovane Vincenzo Pedace, un amministratore locale e alcuni iscritti sarebbero stati cacciati dal partito dopo aver espresso solidarietà nei suoi confronti

OccupyPdSalerno si conclude con un tentativo di “purghe staliniane”: avviata la procedura di espulsione per la senatrice Saggese e un gruppo di iscritti alla federazione di Salerno”. Lo denuncia il deputato salernitano del Pd Gugliemo Vaccaro, che nei giorni scorsi insieme ad alcuni militanti e dirigenti del partito, con il sostegno della  senatrice Angelica Saggese, aveva occupato la sede della segreteria provinciale  per protestare contro i presunti brogli verificatisi alle recenti primarie regionali.

Di qui l'annuncio: “La rappresaglia trasversale, un’azione tipica da purghe staliniane,  con la quale il Partito Democratico di Salerno ha avviato la procedura di espulsione della senatrice Saggese, del segretario provinciale dei giovani democratici Vincenzo Pedace, di un giovane amministratore locale e di alcuni altri iscritti responsabili unicamente di avermi dato solidarietà nel corso della protesta civilmente condotta presso la sede del partito, mi induce a sospendere, in segno di vicinanza alle persone oggetto del provvedimento, la mia adesione al Partito Democratico”.

“Fino alla conclusione della vicenda - conclude il deputato lettiano - mi asterrò dal partecipare ad ogni attività di partito impegnandomi a condividere ed a far mio l'esito dell'azione disciplinare avviato nei confronti degli amici vittime di questi metodi che ricordano altri tempi e altre pratiche, che la storia ha fortunatamente sconfessato”.  

Ma il presidente della commissione provinciale di garanzia Tonino Pagano smentisce: "Apprendo che la commissione da me presieduta avrebbe preso provvedimenti di espulsione verso iscritti partecipanti azione presso la sede del partito durante la settimana scorsa. Mi preme precisare - dice Tonino Pagano - che la stessa commissione, in data di ieri, ha solamente aperto un procedimento - istruttorio per "sentire", venerdì, della prossima settimana, alcuni iscritti che hanno partecipato all'azione sopracitata. Per maggior chiarezza, quindi, la commissione non ha preso alcun provvedimento di "espulsione" per nessun iscritto al partito".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento