menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tartaglione con De Luca

Tartaglione con De Luca

De Luca vince le primarie, esultano i fedelissimi: "Ora conquistiamo la Regione"

Grande soddisfazione viene espressa dal segretario regionale del Pd Assunta Tartaglione e dagli uomini più vicini al sindaco decaduto. Prime commenti anche dal centrodestra, mentre torna dire la sua Roberto Saviano

La vittoria di Vincenzo De Luca alle primarie del Pd in Campania viene accolta con entusiasmo dai vertici regionali del partito e dai suoi fedellissimi. Parla di "una bella pagina per il Pd" il segretario regionale del Pd, Assunta Tartaglione, commentando la partecipazione dei cittadini alle primarie per la scelta del candidato presidente alla Regione. "Una gran bella giornata che ci fa ben sperare di poter mandare a casa Caldoro a maggio. Ringrazio prima di tutto i 3.600 volontari che con grande attenzione hanno consentito che tutto si svolgesse con grande responsabilità. Una bella pagina per il Pd". Il presidente della Provincia, Giuseppe Canfora, esprime la propria soddisfazione per l’esito delle primarie : “Voglio esprimere le mie congratulazioni a Vincenzo De Luca per la splendida vittoria nella corsa verso la riconquista del centrosinistra della Regione Campania - dichiara il primo cittadino di Sarno e presidente della Provincia -. L’alta partecipazione dei cittadini della Provincia di Salerno e dell’intera Campania alla consultazione delle primarie, sono il segno evidente della voglia di generare un vero cambiamento nell’Ente Regionale. Vincenzo De Luca, con la sua esperienza di ottimo amministratore alla guida del Comune di Salerno, saprà trasformare la Regione Campania, da troppo tempo ultima in molti settori, in un motore di crescita di tutto il Sud. Sono certo che i cittadini della nostra provincia - conclude il presidente Canfora - non faranno mancare il decisivo apporto, quando saranno chiamati alle urne nel mese di maggio, per portare un nuovo modello di efficienza e di trasparenza a palazzo S.Lucia”.

Ma è da Salerno, la città del neo candidato, che arrivano le reazioni più forti e forse più sincere. Tra i primi ad intervenire è il consigliere comunale Luciano Provenza (Campania Libera): “Hanno tentato in ogni modo di rinviarle, hanno messo pseudo-candidati, salvo poi ritirarli, pur di sconfiggerlo, non sono riusciti, ad eccezione di Giffoni e Pontecagnano a trovare salernitani disposti a tradire il proprio territorio, hanno mandato tv nazionali a disturbarlo durante la fase decisiva, hanno sperato fino all'ultimo secondo di convergere su un candidato unitario, hanno tentato di delegittimare la sua storia con una sentenza scandalosa, hanno scomodato Saviano per far fallire le primarie, ma il popolo ha scelto De Luca. Alcuni amici salernitani abbiano l'onestà intellettuale di ammettere che hanno sbagliato ogni previsione. Forza De Luca!".

Entusiasta, il consigliere comunale Nico Mazzeo: "Nonostante l'attacco personale mirato ad escluderlo dalle Primarie, De Luca è riuscito ad ottenere un risultato eccezionale, confermandosi un fuoriclasse della politica: possiamo farcerla". Sulla stessa lunghezza d’onda il consigliere comunale Luigi Bernabò (Progressisti per Salerno): “Primarie perfette, senza alcuna ombra, legittimano la vittoria di De Luca come candidato a governatore della Campania per il centrosinistra. Ora mi aspetto, che nel rispetto della natura democratica delle Primarie, chi è stato sconfitto (Cozzolino e Di Lello), sostenga il vincitore per battere Caldoro e riprenderci la Campania”. 

“Straordinario risultato quello raggiunto ieri con  le Primarie”, secondo Anna Petrone che aggiunge: ”Più si divarica la distanza tra società e politica, più diventa determinante soddisfare le aspettative di partecipazione diretta. Questo risultato premia oltre le notevoli capacità di Enzo De Luca anche il piccolo impegno profuso da ognuno di noi, il lavoro delle migliaia di militanti che vivono quotidianamente il territorio, ma soprattutto l’esercizio di libera scelta di tanti cittadini che ancora una volta non si sono lasciati condizionare. Da ora in poi – continua la Petrone-  il tempo delle polemiche è finito. Da adesso, io come candidata e tutti insieme occorre lavorare ed impegnarsi affinché a maggio il Pd con Enzo De Luca possa finalmente segnare una svolta e cambiare radicalmente tutto. Non c’è più tempo da perdere. E’ urgente arrestare la lenta agonia in cui versa lo stato sociale ormai allo stremo".

Dal centrodestra arriva il commento del forzista Salvatore Gagliano: “In queste primarie è stato sancito un principio indiscutibile: votare De Luca non significa votare Renzi; votare De Luca non significa votare Bersani; votare De Luca non significa votare Pd ; Ma votare De Luca significa votare De Luca. Non a caso il primo sconfitto di questa competizione ha un nome e cognome: Matteo Renzi “. E intanto dopo l'appello contro le primarie e la risposta dell'ex sindaco, torna a dire la sua Roberto Saviano su Repubblica: "Nessuna caduta nichilista. E non mi imbarazza il fatto che Beppe Grillo abbia condiviso il mio invito a non partecipare a queste primarie in Campania. Le primarie devono essere regolamentate per legge". Poi l'autore di Gomorra rincara la dose contro la vecchia politica: "Sia De Luca che Cozzolino rappresentano il passato, la gestione della Campania con gli errori madornali, le ecoballe, la speculazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

  • social

    Promozione culturale, pubblicato l'avviso della Regione Campania

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento