menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Guglielmo Vaccaro

Guglielmo Vaccaro

Guglielmo Vaccaro si sospende dal Pd: "E' ora di dire basta"

"E' il momento di dire basta, è ora di prendere un po' di tempo per riflettere seriamente sul senso dell'impegno politico in questa regione ed in questo partito" così Vaccaro annuncia la sua decisione di allontarsi, almeno per qualche mese, dal Pd

"E' il momento di dire basta, è ora di prendere un po' di tempo per riflettere seriamente sul senso dell'impegno politico in questa regione ed in questo partito" con queste parole Guglielmo Vaccaro annuncia la sua decisione di allontarsi, almeno per qualche mese, dal Pd. "Domenica ci saranno le primarie per la scelta del candidato alla Presidenza della Regione Campania senza la partecipazione né di Angelica Saggese né di Gennaro Migliore - esordisce in una lettera - Per chi ha la mia storia e la mia formazione l'idea che si debba essere costretti, da strategie nazionali che si sono rivelate sballate, a decidere chi sostenere tra persone che non sanno cosa sia il rispetto della parola, degli impegni e dei propri doveri pubblici, è impensabile".

"Una Segreteria Regionale incapace ha condotto in un vicolo cieco un partito sordo ad ogni monito della società regionale - ha incalzato Vaccaro - Le primarie per la scelta del competitore di Stefano Caldoro si celebreranno con un duello finale tra un amministratore condannato ed un impresentabile, come ci ha ricordato Roberto Saviano qualche mese fa. Due persone che conosco bene e dalle quali non comprerei una macchina usata, per dirla all'americana. Non so chi prevarrà, so però chi ha già perso: il Pd di Renzi ed il Pd delle persone che vogliono un cambiamento. Come sapete, in questi lunghissimi mesi, avevo lavorato a proposte alternative, quella di Angelica Saggese che d'intesa con il livello nazionale ha ceduto il passo a Gennaro Migliore ed infine la possibilità di valorizzare la disponibilità di Gino Nicolais. Tre persone capaci e perbene, a per motivi che un giorno Renzi dovrà spiegare e che io, fin da oggi, riesco ad immaginare si è scelto di trascurare tutto ciò".

"E' il momento di dire basta, è ora di prendere un po' di tempo per riflettere seriamente sul senso dell'impegno politico in questa regione ed in questo partito - continua - Inizia una fase di riflessione lunga e libera che per serietà deve essere accompagnata da un'auto sospensione dal Partito Democratico. A giugno, in un incontro con gli amici ed alla luce di quanto sarà accaduto nei mesi che verranno, valuterò se ci saranno le condizioni per riprendere il mio impegno all'interno del Pd, il partito nuovo in cui ho tentato invano di affermare una possibilità diversa di costruzione della proposta politica. Il tempo nuovo arriverà con ogni probabilità dopo le regionali di maggio, da allora in poi riprenderà un cammino unitario. Da oggi e sino ad allora - conclude Vaccaro - si combatterà una battaglia tattica nella quale sosterrò ogni valida alternativa. Di fronte alla miseria ed al rischio di tutto ciò che il Pd locale ha prodotto, io non ho dubbi; so con chi non posso stare. Il resto si vedrà! Alea Iacta Est".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento