rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Politica

Puc San Cipriano Picentino: Strianese replica alle critiche del sindaco Alfano

La nota del presidente della Provincia di Salerno

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

"Le competenze affidate alla Provincia nell’ambito delle procedure urbanistiche sono esplicitamente indicate dalla legge Regionale 16/04 e ss.mm..ii. e consistono, tra le altre, nella verifica di compatibilità dei Piani Urbanistici Comunali con gli strumenti di Pianificazione territoriale sovraordinati e di conformità con la normativa statale e regionale vigente. Con nota prot. n. 202200058364 del 28/06/2022 il sig. Gennaro Aievoli ha trasmesso al nostro settore Pianificazione strategica, Sistemi culturali e Urbanistica gli atti relativi all’approvazione degli API (Atti di Programmazione degli Interventi) da parte del Comune di San Cipriano Picentino. Nella predetta nota il sig. Aievoli segnalava al nostro settore provinciale che le “modifiche agli API, sono in contrasto con quanto previsto dalla norma urbanistica vigente, tenuto conto che gli Atti di Programmazione degli Interventi non possono incidere sui parametri già definiti dalla N.T.A., CONFIGURANDO, DI FATTO, UNA VARIANTE AL PUC” e nel contempo chiedeva parere allo stesso settore precisando anche di voler “conoscere le iniziative che vorrà intraprendere”. Il settore Pianificazione strategica, Sistemi culturali e Urbanistica rispondeva al sig. Gennaro Aievoli e per conoscenza al Sindaco del Comune di San Cipriano Picentino con nota prot. n. 202200070318 del 08/08/2022 chiarendo che il procedimento di approvazione degli API, disciplinato dall’art. 25 della L.R. 16/04 e ss.mm.ii., prevede una esclusiva competenza comunale, senza alcun supporto partecipativo/formativo di altri Enti, ivi compresa la Provincia. Inoltre, precisava che il richiamato articolo 25 della L.R. 16/04 affida agli API la “disciplina degli interventi di tutela, valorizzazione, trasformazione e riqualificazione del territorio comunale da realizzare nell'arco temporale di tre anni”. Per espressa previsione normativa tali atti sono adottati “in conformità alle previsioni del Puc e senza modificarne i contenuti”. Stante il dettato normativo, gli API non possono comportare modifiche a indicazioni, disposizioni, indici, perimetrazioni, modalità attuative e quanto altro riportato nelle tavole del PUC nonché nelle NTA ad esse allegate. Con nota prot. n. 202200071042 del 12/08/2022 il Sindaco di San Cipriano Picentino evidenziava che la Provincia di Salerno aveva espresso parere sull’operato del Comune. Con nota prot. n. 2022000 71725 del 20/08/2022 il settore Pianificazione strategica, Sistemi culturali e Urbanistica riscontrava la nota del Sindaco di San Cipriano Picentino precisando che “nello spirito di collaborazione tra Enti, se gli atti oggetto di approvazione introducono modifiche a indici urbanistici, modalità attuative, carichi insediativi ed altro, essi costituiscono modifica ai contenuti del PUC e, pertanto, seguono l’iter di procedura di Variante urbanistica così come disciplinata dalla vigente Normativa”. È opportuno ricordare che il Comune di San Cipriano Picentino ha approvato il PUC nonostante il parere di non coerenza al PTCP espresso con decreto del Presidente della Provincia n. 52 del 08/06/2017. Avverso tale delibera di approvazione del PUC, la Provincia di Salerno fece ricorso al TAR in virtù della competenza in capo alle Province della verifica di compatibilità dei Piani Urbanistici Comunali con gli strumenti di Pianificazione territoriale sovraordinati e di conformità con la normativa statale e regionale vigente. L’operato della Provincia di Salerno è in linea con la mission della normativa statale e regionale in materia urbanistica che attribuisce alle Province la competenza di tutela, salvaguardia e promozione dello sviluppo ordinato del territorio. La Provincia di Salerno si è sempre posta in atteggiamento di collaborazione con i Comuni per la definizione della pianificazione urbanistica, pur mantenendo salva la funzione di tutela e salvaguardia del territorio.  Difatti, la nota del 20/08/2022 invitava il Comune di San Cipriano Picentino a meglio approfondire gli atti deliberativi approvati. Tuttavia, in mancanza di una più attenta analisi da parte dell’Amministrazione comunale, la Provincia di Salerno si è dovuta costituire in giudizio, come già avvenuto in circostanze analoghe, per aderire al pieno rispetto normativo. La Provincia di Salerno agisce, come sempre, nell'interesse generale delle comunità e, in questo caso specifico, proprio a tutela dei diritti di tutti i cittadini di San Cipriano Picentino contrariamente a quanto qualcuno vuol far credere". Lo dichiara, in una nota, il presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puc San Cipriano Picentino: Strianese replica alle critiche del sindaco Alfano

SalernoToday è in caricamento