Salerno, è nato il comitato giovanile "Nostra" per il No al Referendum Costituzionale

La città campana si aggiunge ai corregionali comitati di Avellino, Napoli e Benevento

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

È nato anche a Salerno il comitato giovanile per il No al Referendum Costituzionale “NOstra”, la città campana si aggiunge ai corregionali comitati di Avellino, Napoli e Benevento.
I motivi che hanno segnato questa scelta e questa mobilitazione giovanile sono molto chiari, non è accettabile che la democrazia venga barattata per un risparmio economico irrisorio, quella della riforma costituzionale che prevede il cosiddetto “Taglio dei Parlamentari” non è altro che una becera manovra politica che, mascherandosi da anti-politica, fa leva più sulla pancia che sulla testa degli elettori. C’è da chiedersi infatti se riducendo il numero dei parlamentari, non si voglia soltanto legare ancora di più l’eletto al suo segretario di partito (allontanandolo contemporaneamente dal territorio e quindi dal suo elettore). In un Senato dove il voto di pochi senatori decide la vita e la morte di un governo, non c’è sicuramente bisogno di ridurre il numero degli eletti e di aumentare vertiginosamente il loro potere, a quel punto infatti il capo corrente sarà costretto a scegliere tra la fedeltà e la qualità della persona da inserire in lista, preferendo molto probabilmente la prima.
Urge inoltre sottolineare che “NOstra” non si pone contro la riduzione del numero dei parlamentari in se, quanto piuttosto contro questo tipo di riforma che oltre che produrre un taglio indiscriminato di democrazia, non è accompagnato da alcun complesso di riforme e modifiche che possano realmente velocizzare il lavoro parlamentare.
In un sistema come il nostro, in cui il Parlamento è al centro della vita politica della Repubblica, non è ammissibile che alcune persone parlino di “Poltrone” o di “Poteri forti” quando intendono attaccare chi si limita semplicemente a difendere il ragionamento e la valutazione.
In quanto comitato provinciale chiediamo a tutti i cittadini della provincia di informarsi sul Referendum in programma il 20 e 21 settembre 2020, ma soprattutto li sproniamo ancora una volta ad andare a votare e a non cedere alle bugie di chi baratterebbe la democrazia per la propria popolarità. 

Il Coordinatore Provinciale di NOstra Giorgio Romano 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento