rotate-mobile
Politica

Regionali, Caldoro: "Non devono tornare i protagonisti di quel passato"

Caldoro: “Non dobbiamo tornare al passato più buio della nostra regione, non devono tornare i protagonisti di quel passato, non possiamo portare indietro le lancette della storia ma continuare il lavoro avviato, con serietà"

Stefano Caldoro preferisce non entrare nel dibattito interno al Pd sull’esito delle primarie in Campania, ma sceglie, ancora una volta, di rivendicare il lavoro svolto negli ultimi cinque anni alla guida della Regione, ossia da quando ha “mandato a casa” Bassolino e il centrosinistra. “Penso solo alla crescita, oggi abbiamo le carte in regola. Noi pensiamo al futuro” taglia corto, infatti, il governatore che aggiunge: “Non dobbiamo tornare al passato più buio della nostra regione, non devono tornare i protagonisti di quel passato, non possiamo portare indietro le lancette della storia ma continuare il lavoro avviato, con serietà".

"Per questa sfida – sottolinea Caldoro – è necessario rafforzare il patto con le forze sociali, con il mondo che guarda al futuro, anche oltre gli schieramenti, per cambiare e innovare. In Campania la scelta è fra passato e futuro. Il presente è fatto di consapevolezza dei problemi ma anche e soprattutto dei mille cantieri aperti, dello sbocco del turnover per assumere giovani medici e infermieri, della Regione prima in Italia per spesa comunitaria, del ticket diminuito. Non siamo più la regione canaglia - conclude Caldoro – ma la regione del primato e della speranza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, Caldoro: "Non devono tornare i protagonisti di quel passato"

SalernoToday è in caricamento