Consiglio comunale, Cammarota: "Pronto il regolamento per la partecipazione popolare"

“Lo Statuto prevede i referendum, le consulte, le circoscrizioni, il difensore civico, il registro delle associazioni, le istanze collettive”, anticipa Cammarota

Dopo vent’anni, è finalmente pronto il regolamento per la partecipazione popolare. Stamattina, nel corso del consiglio comunale, l’avvocato Antonio Cammarota, presidente della commissione trasparenza, ha annunciato il prossimo completamento della prima bozza del regolamento di attuazione degli istituti di partecipazione, una assoluta novità istituzionale.

La nomina

In particolare, Cammarota ha esposto un documento dal quale emerge che “la commissione trasparenza, nelle sedute del 4 e 18 aprile, ha nominato all’unanimità i due relatori nelle persone dell’avv. Cammarota, presidente della commissione, e dell’avv. D’Alessio, sia in ragione delel conoscenze giuridiche sia in riferimento alle esperienze istituzionali maturate, e in concerto con il vice presidente della commissione trasparenza nonché presidente della commissione statuto dr. Guerra". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Parla Cammarota

“E’ una svolta epocale abbiamo finalmente messo mano alla stesura del regolamento di attuazione degli istituti di partecipazione, previsti dallo Statuto Comunale del 1996, confermati dal Tuel del 2000, ma mai realmente applicati per mancanza del regolamento di attuazione. Lo Statuto prevede i referendum, le consulte, le circoscrizioni, il difensore civico, il registro delle associazioni, le istanze collettive, ma credo vadano inseriti anche i question time e i consigli comunali periodici, la pubblicità dei lavori delle commissioni e la diretta televisiva. Esprimo la mia più grande soddisfazione perché è giusto denunciare il malgoverno dall’opposizione ma lo è di più agire concretamente per riformare le regole, nel più profondo rispetto del mandato popolare e delle istituzioni. Non sfugge che sarà la commissione e poi il consiglio comunale a decidere, e quindi la maggioranza, ma è giusto così, io mi auguro che i tempi siano brevi e il regolamento che stiamo preparando potrà essere discusso già nelle prossime settimane e votato alla prossima seduta del consiglio comunale di Salerno"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni 2020 in Campania: lo spoglio e i risultati/La diretta

  • Posticipato l'inizio della scuola in 12 comuni salernitani, l'elenco si allunga

  • Inizio dell'anno scolastico: 1° campanella il 28 settembre in altri 7 comuni salernitani

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Scuole a Salerno, la protesta dei presidi: "Rinviamo l'apertura"

  • Ragazzo senza mascherina perchè autistico, il sindaco di Baronissi: "Ikea gli ha negato l'ingresso"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento