menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti e cassonetti: botta e risposta al vetriolo tra Peduto e Calabrese

Calabrese: "Non si può, in nome di una polemica politica miserevole che si commenta da sola, infangare l'onore ed il prestigio della città di Salerno e dei salernitani"

"Le dichiarazioni di Rosario Peduto sulla raccolta differenziata dei rifiuti effettuata nella città di Salerno generano sconcerto e confermano l’attitudine a gettare ombre sul lavoro dell'Amministrazione comunale, offendendo in tal modo i cittadini salernitani che hanno, invece, dimostrato (nella quasi totalità) di sapere raggiungere traguardi e risultati di assoluto rilievo e significato civico". Così ha esordito l'assessore comunale all'Ambiente, Gerardo Calabrese, rispondendo alla proposta lanciata da Peduto, portavoce di Fratelli d'Italia.

"Insomma, non si può, in nome di una polemica politica miserevole che si commenta da sola, infangare l’onore ed il prestigio della città di Salerno e dei salernitani. D’altro canto, della malafede e delle insinuazioni malevole verso Salerno i Fratelli d'Italia ne hanno fatto un cavallo di battaglia - ha aggiunto Calabrese - Non è la prima volta che Peduto dice sciocchezze, ma in questo caso ha messo in discussione addirittura un sistema di gestione dei rifiuti apprezzato in tutta Italia. Ad ogni modo, egli evidentemente ignora che ai sensi del decreto legislativo 152 i Comuni italiani hanno l’obbligo di raggiungere, entro il 31 dicembre 2012, una percentuale di raccolta differenziata pari ad almeno il 65% e, ad oggi, come ampiamente dimostrato in tante città, l'unico sistema che consente di raggiungere detta percentuale è la raccolta differenziata porta a porta". "Dopo l’indecorosa proposta dell’assessorato al Decoro, Peduto ci riprova. Ma questa volta – sottolinea Calabrese – smentendo se stesso. Fu lui, infatti,- ricorda - non più tardi di qualche mese fa, a proporre di estendere la raccolta porta a porta anche per il vetro, chiedendo l’eliminazione totale delle campane cittadine. L’ennesimo esempio – conclude Calabrese – di come Peduto e il suo partito sappiano solo calvacare la protesta del momento arricchendole con proposte vuote di sostanza"

Controbatte subito, Peduto: "L'assessore Calabrese continua ad offendere in maniera personale e grave le nostre proposte di merito ed assolutamente pragmatiche su disagi e disservizi presenti in città ed oggettivamente non discutibili nella loro realtà di fatto - ha scritto il portavoce di FdI - Chi ha letto il mio comunicato sul ritorno dei cassonetti sicuramente avrà riscontrato la totale e volontaria assenza di ogni spunto polemico nei confronti dell'amministrazione, auspicando invece dalla stessa un' azione di ricognizione sull'attuale livello di qualità del conferimento e non della differenziazione dei rifiuti, che rimane un dovere civico formalizzato da un obbligo di legge. Io credo, in tutta sincerità, che chi amministra deve avere necessariamente un criterio di merito nelle scelte che sia assolutamente e pragmaticamente volto a tutelare esclusivamente il bene comune e non le proprie gabbie ideologiche".

"Poi, se proprio la vogliamo mettere sul piano della coerenza ideologica fra le scelte amministrative e la propria appartenenza politico-valoriale, avrei qualche motivo ostativo forte a lanciare con sicumera, fendenti, a destra e manca, su sciocchezze, proposte vuote, incoerenze sconcertanti, propensione alla polemica politica miserevole, quando si é scelti di fare l'assessore all'Ambiente (in quota prima dei Verdi e poi di Sel) di una giunta che ha realizzato la più grande spianata di cemento sul mare (tagliando a iosa platani secolari che rappresentavano una parte importante dell'iconografia cittadina ) che il nostro paese ricordi negli ultimi decenni e che poi vende, per far cassa, la migliore municipalizzata del Comune nella totalità delle sue quote ed a sfregio di ogni ipotesi di tutela dei lavoratori", ha concluso Peduto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento