Politica

Assembramenti e caos per la Salernitana, Borrelli: "Fa rabbia pensare che c'è chi può morire per una festa"

Esplode la polemica per i festeggiamenti organizzati dagli ultras granata lungo le principali strade e nelle piazze cittadine dopo la vittoria a Pescara

Esplode la polemica sugli assembramenti che si stanno verificando durante i festeggiamenti per il ritorno della Salernitana in Serie  A. Il consigliere regionale del Sole che Ride Francesco Emilio Borrelli con Europa Verde Salerno."Mentre una parte della movida fa festa senza sosta, senza distanziamento, senza rispetto degli orari e senza mascherine e i tifosi della Salernitana fanno assembramenti da paura di poco fa e' la notizia che in Campania c'e' il boom di morti: sono ben 54 le vittime registrate nell'ultimo bollettino dell'Unita' di Crisi, di cui 30 nelle ultime ventiquattro ore e altri 24 deceduti in precedenza ma registrati solo oggi”.

La denuncia

Borrelli si dice preoccupato per le ripercussioni a livello sanitario: “Fa rabbia pensare che ci siano persone morte e che debbano morire perchè c’è chi non ha potuto rinunciare a fare festa senza rispettare alcun protocollo di sicurezza. Assurde le scene - spiega il consigliere regionale - a cui abbiamo assistito in questi ultimi giorni di gente ammassata per fare feste e festini senza alcuna mascherina e del delirio che ha scatenato il ritorno in serie A della Salernitana. Molti medici ci hanno fatto comunicato che pagheremo cari e amari questi comportamenti. Si poteva festeggiare la propria squadra del cuore o passare una serata in allegria con amici rispettando le regole e invece purtroppo una parte della nostra popolazione continua a fregarsene del virus e dei morti" conclude Borrelli. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assembramenti e caos per la Salernitana, Borrelli: "Fa rabbia pensare che c'è chi può morire per una festa"

SalernoToday è in caricamento