rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Politica

Salernitana, gli appelli di Piero De Luca e Catello Lambiase e il coro unanime: "Ora basta"

Il deputato Dem: "Nelle prossime ore chiederò un incontro ai Trustee per avere notizie certe sulla vicenda e per chiedere che forniscano maggiori chiarimenti pubblici"

"La situazione che si è creata per la cessione della Salernitana è ancora avvolta da ombre e misteri. Finora abbiamo seguito con attenzione, ma in silenzio, la vicenda della vendita della società per rispetto del lavoro in corso.

Ora basta. Ad oggi nessuna novità positiva è emersa e non possiamo più attendere. Pretendiamo chiarezza e trasparenza".

Lo ha detto in una nota l'onorevole Piero De Luca, deputato Dem che annuncia che "nelle prossime ore chiederò un incontro ai Trustee per avere notizie certe sulla vicenda e per chiedere che forniscano maggiori chiarimenti pubblici. È in gioco la storia e il destino di un'intera comunità, che merita rispetto. Per questo, metteremo in campo ogni azione necessaria per tutelare il club e il suo valore sportivo e sociale"

L'intervento del capogruppo del MoVimento 5 Stelle, Catello Lambiase:

La Salernitana rischia seriamente di essere estromessa dal campionato di serie A e solo una proroga, ventilata quanto eccezionale, potrebbe salvarla. La situazione del club granata è nota a tutti da tempo. Era necessario vigilare affinché la cessione del club avvenisse nei tempi concordati e in maniera trasparente. I tifosi, che sostengono da sempre con passione ed entusiasmo le sorti della squadra e che in questi mesi rappresentano l'unico fattore che porta alto l'onore della città di Salerno nel mondo del calcio, non meritano di vedere la loro squadra al centro di una battaglia legale e non possono subire l'ennesima dolorosa umiliazione.

Il sindaco di Salerno, che avrebbe dovuto vigilare a tutela dei tifosi, solo negli ultimi giorni - quando ormai è, forse, troppo tardi - è uscito con due comunicati stampa molto vaghi. È stato lo stesso Gravina a ricordargli che in 7 mesi non si è mai fatto vivo, né ha chiesto informazioni alla Federazione, mentre il calcio italiano e la sua città vivevano una situazione tanto delicata. Sarebbe ora che il sindaco si adoperi affinché la squadra sia ceduta a stretto giro in buone mani, non è accettabile che il primo cittadino parli della Salernitana solo per lavarsene le mani.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana, gli appelli di Piero De Luca e Catello Lambiase e il coro unanime: "Ora basta"

SalernoToday è in caricamento