rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica San Valentino Torio

San Valentino Torio, la minoranza abbandona il consiglio: "Amministrazione precaria"

Polemica per l'avvio in ritardo della seduta del consiglio comunale. La nomina di un revisore proveniente dal Molise fa infuriare l'opposizione: "Siamo diventati provincia di Campobasso o Isernia?"

L'opposizione consiliare attacca il sindaco di San Valentino Torio, Michele Strianese, dopo il consiglio comunale di ieri. L'assise, secondo i membri del gruppo Pensiero Libero, ha dimostrato "la precarietà di un'amministrazione comunale che esprime il presidente della Provincia e che si regge in piedi per un solo voto in più rispetto alle minoranze". La seduta è cominciata oltre i sessanta minuti canonici concessi dai regolamenti: un fatto che ha indotto tutta la minoranza ad abbandonare il consiglio. 

La nomina

Nel mirino del gruppo di opposizione la nomina di uno dei revisori della San Valentino Servizi, proveniente dal Molise: "Ma San Valentino Torio è diventata provinca di Isernia o di Campobasso? Avremmo voluto parlare di questo e tanto altro, ma ci saranno modi e tempi per interrogarci su quello che sta accadendo nella nostra città" concludono i consigliere Pietro Vastola, Marianna Guarno, Maria D'Ambrosi e Giancarlo Baselice.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Valentino Torio, la minoranza abbandona il consiglio: "Amministrazione precaria"

SalernoToday è in caricamento