menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caos Sanità, Fratelli d'Italia: "Il Ruggi è al collasso, dov'è finito De Luca?"

Il deputato Cirielli e il leader regionale Iannone prendono di mira l'amministrazione regionale: "Dalle critiche di ieri ai fatti di oggi i professori si sono trasformati in alunni somari"

Nella bufera scoppiata sulla riorganizzazione del sistema sanitario in provincia di Salerno Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale torna a prendere di mira l’operato dell’amministrazione regionale guidata da Vincenzo De Luca. “"Il Ruggi di Salerno è ormai al collasso. È evidente – denuncia il coordinatore regionale Antonio Iannone - che i ridimensionamenti degli ospedali di Mercato San Severino e Cava de' Tirreni generano questo nefasto effetto su Salerno. Quello che era stato scelto dalla politica regionale di centrodestra per diventare un grande policlinico universitario di riferimento per tutto il Centro-Sud sta diventando un ospedaletto di frontiera di terza categoria che si regge solo grazie ai medici e agli infermieri (pochi per effetto del blocco del turnover) che lavorano in condizioni disagiate e cercano in ogni modo di assistere i pazienti. Questi sono i risultati che De Luca, il suo consigliere politico alla Sanità che lavora proprio al Ruggi e tutta la classe dirigente del Pd stanno producendo a Salerno e in provincia. Dalle critiche di ieri ai fatti di oggi i professori si sono trasformati in alunni somari". 

Sulla stessa linea il deputato salernitano Edmondo Cirielli: “Dov’è finito De Luca? Cosa sta facendo per dare dignità all’ospedale di Cava de’Tirreni? Ginecologia è chiusa. È questo il lavoro serio che ha promesso ai cavesi? Smetta di fare lo struzzo e dia le risposte di cui il nostro territorio ha bisogno. La campagna elettorale è finita ormai da un pezzo. Qualcuno glielo dica. È l’ora dei fatti”. Poi l’ex presidente della Provincia aggiunge: “I ridimensionamenti degli ospedali di Cava de’Tirreni e di Mercato San Severino – spiega – hanno determinato una situazione gravissima. Il Ruggi, designato da Caldoro quale grande polo ospedaliero universitario, riferimento non solo per Salerno e provincia ma per tutto il Sud, è praticamente al collasso. Per le donne cavesi oltre al danno, c’è la beffa. Non solo non potranno partorire al Santa Maria dell’Olmo, ma dovranno farlo tra gravi disagi, in una struttura, purtroppo ridimensionata e ingolfata, quale è oggi il Ruggi”. “De Luca non offenda e non mortifichi la nostra comunità – conclude Cirielli -  Dimostri di non essere venuto a Cava de’ Tirreni a prendere i voti, ingannando con falsi proclami i cittadini".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Punta Campanella: avvistato un esemplare di balena grigia

  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento