menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bufera a Scafati sulle unioni civili, Aliberti: "Famiglia sacra, no a leggi contro natura"

Il sindaco boccia la petizione di Pd,M5S e Arancioni sull'istituzione del registro delle unioni civili. Pieno appoggio dai salviniani: "Esistono un padre maschio e una madre femmina e non il genitore 1 ed il genitore 2”

E’ bufera a Scafati sulla petizione popolare lanciata dal Partito Democratico, dalla lista Scafati Arancione e del Movimento Cinque Stelle per l’istituzione del registro delle unioni civili. Un’iniziativa che viene bocciata dal sindaco forzista della città Pasquale Aliberti: “Le uniche unioni che riconosco sono tra uomo e donna. Queste sono già possibili. X altri tipi di unioni ci pensasse Renzi a fare norme contro natura. La famiglia è sacra”.

Contrario anche il movimento “Noi con Salvini” guidato dal segretario provinciale Mariano Falcone: “La famiglia è unica e indissolubile, le uniche unioni civili che vanno riconosciute sono quelle tra uomo e donna. In una società dove i valori tradizionali sono ormai alla deriva c’è bisogno di fare quadrato intorno al nucleo fondamentale della società che è la famiglia. Nel pieno rispetto di quelle che sono le libertà sessuali di ogni essere umano, non è possibile che si mettano sullo stesso piano coppie eterosessuali e coppie omosessuali”. Per questo invita “la società civile, le forze politiche ed associative e la Chiesa di Scafati a prendere una posizione chiara e netta, senza tentennamenti, rispetto a questa situazione. E’ inammissibile che ciò non avvenga. Per quanto ci riguarda saremo vigili affinchè a Scafati e nell’intera provincia di Salerno non passi questa linea e alcun tipo di tentativo di imporre posizioni gender sia nelle scuole, così come sta avvenendo in molte realtà, sia nella società. Esistono – conclude Falcone – un padre maschio e una madre femmina e non il genitore 1 ed il genitore 2”.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento