rotate-mobile
Politica Giffoni Valle Piana

Giffoni Film Festival, Sel attacca la Regione: "Serve operazione verità"

Masci: "Anche quest'anno il sindaco Paolo Russomando ha annunciato per settembre la creazione della Fondazione, che dovrà coinvolgere diversi soggetti istituzionali e i privati"

"Come l’ormai famoso finanziamento da 20 milioni di euro per il completamento del progetto “Giffoni Multimedia Valley”, che puntualmente viene annunciato ogni anno durante l’edizione del Giffoni Experience, senza mai però diventare realtà, anche la Fondazione del Giffoni Film Festival sta seguendo lo stesso percorso fatto solo di annunci e non di concretezza". Così il coordinatore del circolo Sel, Raffaele Masci, interviene sulla necessità di accelerare i tempi per l’istituzione del soggetto istituzionale che dovrebbe garantire un futuro all’importante manifestazione dedicata al cinema per ragazzi.

"Anche quest’anno – ricorda Masci – chiudendo la 43esima edizione del Gff, il sindaco Paolo Russomando ha annunciato per settembre la creazione della Fondazione, che dovrà coinvolgere diversi soggetti istituzionali (oltre al Comune, anche Provincia di Salerno, Regione Campania e Camera di Commercio) il Giffoni Film Festival e i privati. Mentre a Ravello la politica litiga per il finanziamento da 4 milioni di euro erogato dalla Regione Campania, a Giffoni la creazione di un contenitore pubblico-privato che guidi e sovrintenda alle attività di un evento, dove il maggior azionista è proprio la Regione Campania, è a nostro avviso una priorità da mettere subito in campo per garantire una maggiore trasparenza nella gestione".

L'esponente vendoliano osserva che «anche Giffoni, come Ravello, ha ricevuto un finanziamento da 4 milioni di euro all’interno del Piano d’Azione e Coesione, recentemente deliberato dalla Regione Campania. Segno dell’interesse e della bontà di un’iniziativa culturale unica nel suo genere. Ma si deve fare di più! La Cittadella del Cinema, la nascente Cineteca Regionale, l’Antica Ramiera: sono solo tre esempi di strutture e patrimoni che vanno messi in rete e gestiti nell’interesse della collettività. Giffoni ha numerose peculiarità che però vanno valorizzate e rese fruibili. La Fondazione, a nostro avviso, potrebbe esercitare tutte queste funzioni. Ma, cosa più importante per noi – prosegue Masci – garantirà la trasparenza nella gestione delle risorse e permetterà alla parte pubblica di entrare nella “cabina di regia”".

"Ad un mese di distanza dalla chiusura della 43esima edizione – attacca Masci – stiamo ancora cercando di capire dove siano finiti i quasi 14 milioni di euro di indotto economico che, secondo il direttore artistico Claudio Gubitosi, l’evento avrebbe generato in appena nove giorni. Una cifra che ci sembra un po’ sparata a caso poiché, nonostante non si possa negare che anche quest’anno la nuova formula del festival abbia giovato alle attività economiche della nostra città, non abbiamo notizie di commercianti, bar e albergatori che si siano arricchiti fino a questo punto. È arrivato il momento – conclude  – che si faccia finalmente un’operazione verità sul Gff. E la Fondazione potrebbe finalmente raggiungere questo obiettivo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giffoni Film Festival, Sel attacca la Regione: "Serve operazione verità"

SalernoToday è in caricamento