rotate-mobile
Politica

Sfilata Salerno Pride, il commento di Raffaele Cicalese

Il politico salernitano di centro destra ha criticato la parata: "Dovrebbero smetterla di farla passare come il carnevale dei gay. Ben vengano i dibattiti, la parata sia un momento di riflessione"

Sulla parata del Salerno Pride tenutasi sabato scorso a Salerno si è espresso il politico del Pdl Raffaele Cicalese, che non ha nascosto il suo disappunto per la sfilata: "Il gay pride è un modo sbagliato per far avvicinare le persone ad una realtà discriminata e poco conosciuta. Dovrebbero smetterla - prosegue Cicalese - di farlo passare come il carnevale dei gay e dargli l'importanza che merita: un momento di riflessione sulla loro condizione. Osservando un Gay Pride, si potrebbe dedurre che essere omosessuali equivale ad essere un individuo che mostra in maniera esasperata il proprio gusto sessuale. L'omosessualità del Gay Pride ostenta atteggiamenti, movenze, e costumi caratteristici, che allontanano fortemente una sfilata di sensibilizzazione dal suo fine principale: far conoscere a tutti una realtà discriminata e della quale molti hanno una pessima opinione".

Da qui la critica del politico: "Ed e proprio su questo punto che non riesco a comprendere gli omosessuali. Alla luce dei numerosi sforzi per uscire dall'ombra che avvolge la loro posizione nella società, affrontare la piazza rifugiandosi nel travestimento non credo costituisca un vantaggio, o un punto segnato in favore della credibilità e del dialogo verso quella parte di società dubbiosa, se non intollerante”. Cicalese precisa: "L'argomento certamente è complesso e non si può far finta che l'omosessualità non esista, tentando con forbiti giri di parole di relegarla tra le malattie contagiose, o ancor peggio, tra quelle mentali. Benissimo i dibattiti, l’analisi di libri e film, i convegni, ma vista la sfilata in costume, non ci si potrà sorprendere che in molti, guardando, si chiedano per quale motivo a Salerno il carnevale è stato spostato a maggio”. Cicalese conclude: “Al mondo omosessuale non interessa trasmettere un messaggio differente da quello che ho recepito io? Che è certamente il più immediato, mediatico, banale e semplice da cogliere per chi osserva, ma anche il più comune e popolare?”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfilata Salerno Pride, il commento di Raffaele Cicalese

SalernoToday è in caricamento