Politica

Bellizzi, il sindaco Giuseppe Salvioli risponde alle accuse dell'opposizione

Il sindaco di Bellizzi, Giuseppe Salvioli, risponde al manifesto "Città Possibile": "I festini non sono mai finiti perché non hanno mai avuto inizio a causa della pesante eredità della passata amministrazione"

Risponde senza giri di parole al manifesto dell'opposizione "Città Possibile", il sindaco di Bellizzi, Giuseppe Salvioli. Secondo il manifesto in questione, infatti, a causa delle difficoltà economiche del Comune, e dello sforamento del Patto di Stabilità, sarebbero terminati i “festini”: “I festini non sono mai finiti perché non hanno mai avuto inizio a causa, della pesante eredità della passata amministrazione - ha sottolineato il sindaco con ironia - C’è una tendenza ad attribuirci cose mai avvenute, forse qualcuno ricorda il passato e crede sia ancora il presente”.

“Il bilancio negativo è causato dai debiti di Cooperazione & Sviluppo e degli espropri degli eredi Elia, a cui oggi si è aggiunto quello dei signori Di Lorenzo per i terreni su cui è stato costruita una rampa del cavalcavia in via Copernico”, ha continuato il Primo cittadino che poi si è soffermato sull'emendamento proposto dall’opposizione al bilancio preventivo.

“E’ stato proposto l’abbassamento dell’Imu sulla prima casa, tagliando i costi dei servizi. Forse, però, non sanno che questa amministrazione già da tempo ha tagliato il 50% sul comitato di valutazione, per cui non sono possibili ulteriori tagli”, ha concluso Salvioli.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bellizzi, il sindaco Giuseppe Salvioli risponde alle accuse dell'opposizione

SalernoToday è in caricamento