Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Sparatorie e rapine a Salerno, l'avvocato Sarno: "La città non diventi Terra di Gomorra"

Il candidato sindaco civico interviene dopo gli ultimi episodi verificatisi lungo le strade del capoluogo e annuncia che il tema della sicurezza sarà uno dei punti fondamentali del suo programma elettorale

Dopo l’ultima sparatoria vicino alla scuola elementare “Carlo Alberto Alemagna” di Torrione, le rapine e i furti che si stanno verificando in vari quartieri di Salerno, il candidato sindaco civico Michele Sarno prende posizione con un post sulla sua pagina Facebook auspicando che il capoluogo non diventi la “Terra di Gomorra”.

L’appello

Il presidente emerito della Camera Penale affronta il tema della sicurezza: “Vista dall'alto, la nostra Salerno è ancora più bella ma i fatti degli ultimi giorni mi preoccupano: una città è bella anche se è sicura perchè la percezione della nostra sicurezza ci rende più tranquilli. Se, però, assistiamo a sparatorie ed inseguimenti in pieno giorno dinanzi ad una scuola; se, nonostante i controlli di Polizia e Carabinieri, c'è chi si prende il lusso di sfondare la vetrata di una armeria con una autovettura, un problema sicurezza esiste. Salerno non riesce a trasmettere l'idea di una città controllata: c'è bisogno di più divise in strada e non solo durante l'orario del coprifuoco. C'è la necessità di un piano articolato di controllo del territorio che venga anche comunicato, reso pubblico, in modo da fungere da deterrente. Non siamo ancora la Terra di Gomorra ma facciamo tutto quanto è possibile per evitare che ciò accada. Nel mio programma per Salerno 2021-2026 la sicurezza sarà uno dei punti fondamentali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatorie e rapine a Salerno, l'avvocato Sarno: "La città non diventi Terra di Gomorra"

SalernoToday è in caricamento