rotate-mobile
Politica

Stangata Tasi, insorge il centrodestra: "Siamo i più tartassati d'Italia, grazie De Luca"

Gli esponenti salernitani dell'opposizione attaccano insieme la Giunta De Luca dopo i dati forniti dalla Cgia di Mestre su Imu e Tasi

L’opposizione di centrodestra a Palazzo di Città reagisce con durezza rispetto al report della Cgia di Mestre, che ha comparato l’importo che i proprietari di prima casa pagheranno quest’anno con la Tasi rispetto a quanto hanno versato nel 2012 quando c’era ancora l’Imu. La città di Salerno, infatti, si colloca tra i 27 capoluoghi di provincia italiani, su un totale di 76 analizzati, dove la nuova tassa è maggiore dell’imposta sugli immobili. “Siamo tra i leader in tassazione complessiva sulla casa – attacca il coordinatore di Forza Italia Antonio Roscia -  raggiungendo posizioni in classifica non indifferenti. Difatti siamo al 20° posto in Italia come Tasi 2014 per carico maggiorato rispetto all'Imu 2012 , mentre in città come Caserta o Brindisi si paga molto di meno. Ed ecco che a Salerno si pagano 11 euro in più mentre a Caserta si pagano 243 in meno ed a Brindisi 260 euro in meno. Siamo europei solo nelle tasse: da noi si paga una Tasi 2014 più alta che a Parma o  Mantova ed uguale a Como ! Evidentemente non con gli stessi servizi”.

Poi prende di mira il primo cittadino De Luca: “La città del sindaco abusivo, la Salerno che per fare un buco ci mette anni e lo spaccia per grande opera, la sconquassata e debole città di Salerno, si appresta ancora una volta a fare quello che sa far meglio: tassare i cittadini. E' finita l'era di De Luca. Quando i salernitani si sveglieranno dal sonno ipnotico che li ha avvolti in questi ultimi anni non sarà mai troppo tardi”. Dure anche le parole del consigliere comunale di Ncd Roberto Celano: “I salernitani purtroppo sono chiamati a "sovvenzionare" con i tributi comunali più alti d'Italia le spese folli di un sindaco che ha portato l'Ente sul baratro del default. I contribuenti salernitani sborseranno di più rispetto agli altri cittadini italiani per foraggiare un'amministrazione non più capace di garantire neppure servizi essenziali adeguati. I salernitani sono stanchi di continuare a pagare i costi di una gestione scellerata più attenta alla promozione dell'immagine del primo cittadino che agli interessi della comunità”.

Trachant il commento del capogruppo della lista Pdl-Arechi Raffaele Adinolfi, il quale ricorda che “anche per gli immobili diversi dalla prima casa la situazione è simile: da noi ci sono le aliquote più alte d’Italia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stangata Tasi, insorge il centrodestra: "Siamo i più tartassati d'Italia, grazie De Luca"

SalernoToday è in caricamento