Politica

Sanità, la Cisl proclama lo stato di agitazione in diversi presidi

Coinvolte le strutture sanitarie di Scafati, Nocera Inferiore, Sarno, Scafati, Pagani e dell'Asl di Salerno. Antonacchio chiede un incontro urgente al Prefetto Pantalone

La Cisl Funzione Pubblica proclama lo stato di agitazione nelle strutture sanitarie di Nocera Inferiore, Scafati, Sarno, Pagani  e Asl di Salerno. "Sulla questione - afferma il segretario generale Pietro Antonacchio - ormai si sta consumando una illegittimità spaventosa da parte della Direzione Aziendale della Asl poichè seppur vero che il decreto 49 preveda lo spostamento della pneumologia presso Scafati, ciò non di meno giustifica lo spostamento di tutti gli operatori del comparto presso quella sede. Inoltre - sottolinea - è solo il caso di ricordare che tutti gli infermieri transitati presso il plesso di Sarno hanno subito una mobilità di urgenza, riperpretata illegittimamente per oltre un anno. Qualora il direttore Squillante voglia rendersi ulteriormente garante di un diritto negato ai lavoratori di rientrare presso la sede di originaria assegnazione non troverà mai avallo anzi costringerà ad agire con ogni azione a tutela, poichè tale arbitrarietà sarà in ogni sede e  in ogni modo impugnata".

Antonacchio fa sapere di aver inviato una lettera anche a Prefetto di Salerno Gerarda Maria Pantalone al fine di esperire un tentativo di conciliazione tra le parti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, la Cisl proclama lo stato di agitazione in diversi presidi

SalernoToday è in caricamento