rotate-mobile
Politica Cava de' Tirreni

Taglio indennità al Comune, polemica per gli emendamenti bocciati. Servalli: "Strumentalizzazione, le ridurremo"

Il sindaco replica alle critiche dei consiglieri Avagliano e Murolo: "Strumentalizzare la disabilità per ragioni di politica politicante definisce con chiarezza lo squallore etico di certi personaggi. La politica ridotta a teatro, i bisogni reali ad oggetto di propaganda"

“In una giornata drammatica per la nostra città con la fine tragica di un nostro concittadino, la cattiva politica non si ferma”. Con queste parole il sindaco Vincenzo Servalli risponde alle critiche giunte dai consiglieri di opposizione dopo che la maggioranza di centrosinistra ha bocciato gli emendamenti con parere favorevole contabile presentati dal consigliere comunale Marcello Murolo (Siamo Cavesi) durante l’ultimo consiglio comunale. Tra questi, la proposta di ridurre del 10% gli stipendi di sindaco e giunta in favore del settore politiche sociali, che ha provocato l'ira della consigliera Mena Avagliano. 

La replica

Non si è fatta attendere, anche sui social, la risposta del primo cittadino: “Strumentalizzare la disabilità per ragioni di politica politicante definisce con chiarezza lo squallore etico di certi personaggi. La politica ridotta a teatro, i bisogni reali ad oggetto di propaganda”. Poi, alla luce della polemica, ha annunciato: “Gli Amministratori hanno deciso di ridursi le indennità che gravano sul bilancio comunale come gesto simbolico in un momento di difficoltà e presteranno, come sempre, massima attenzione alle fragilità della nostra comunità con azioni concrete e non a parole”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglio indennità al Comune, polemica per gli emendamenti bocciati. Servalli: "Strumentalizzazione, le ridurremo"

SalernoToday è in caricamento