rotate-mobile
Politica

Caso Cirielli, i grillini a muso duro: "Sciogliere il consiglio, pericolo inquinamento indagini"

Tutti i parlamentari campani di Grillo hanno inviato un’interrogazione al presidente Letta, al Ministro Alfano, al Prefetto di Salerno Pantalone e per conoscenza al Presidente della Repubblica

Dopo l'inchiesta a carico dell'ex presidente della Provincia Edmondo Cirielli, il Movimento Cinque Stelle torna a chiedere lo sciogliemento del consiglio provinciale di Salerno. Nella giornata odiera tutti i parlamentari campani di Grillo hanno inviato un’interrogazione al Presidente del Consiglio Enrico Letta, al Ministro degli Interni  Angelino Alfano, al Prefetto di Salerno  Gerarda Maria Pantalone e per conoscenza al Presidente della Repubblica  Giorgio Napolitano per chiedere l'immediato blocco dei lavori dell'assise Nell’interrogazione si chiede “di adottare le opportune iniziative al fine  di  richiedere  lo scioglimento ad horas del consiglio provinciale di Salerno, ai sensi dell'articolo 143 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n.267”.

"Sciogliere il Consiglio provinciale di Salerno subito! Senza più un attimo di indugio. Scioglierlo - denunciano i grillini - per tranciare di netto la possibile presenza dell’AntiStato al suo interno, ovvero di infiltrazioni camorriste. Come sta emergendo dalle numerose inchieste condotte dalla procura di Salerno che ha inviato all’on. Edmondo Cirielli, in qualità di presidente della Provincia di Salerno (all’epoca dei fatti), un avviso di garanzia con l’accusa di corruzione aggravata da scambio di voto politico mafioso in concorso con altri soggetti".

"Esiste uno stretto legame, in merito alle indagini che sono ancora in corso, tra gli incarichi dei settori assegnati ai Dirigenti, ed anche ad alcuni funzionari, e l’ex presidente on.  Cirielli, l’attuale facente funzione, il “nominato” Antonio Iannone, e la Giunta. Pertanto - denunciano i grillini - sussistono tutte le condizioni per un allontanamento di detti amministratori e dirigenti nominati al fine della reale tutela dell’istituzione “ Provincia di Salerno. E soprattutto perché c’è un evidente pericolo di intralcio e di possibile inquinamento delle indagini in corso".


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Cirielli, i grillini a muso duro: "Sciogliere il consiglio, pericolo inquinamento indagini"

SalernoToday è in caricamento