menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mariano Falcone

Mariano Falcone

Falcone (Noi con Salvini) esprime solidarietà a Tradizione Futuro

Arrivano gli attestati di solidarietà all'associazione Tradizione Futuro per quello che è successo alla manifestazione organizzata in piazza Vittorio Veneto venerdì sera

Arrivano gli attestati di solidarietà all'associazione Tradizione Futuro per quello che è successo alla manifestazione organizzata in piazza Vittorio Veneto venerdì sera. Mariano Falcone, responsabile provinciale di Noi con Salvini, esprime fermamente la propria posizione in merito alla vicenda: "Voglio esprimere tutta la mia solidarietà agli amici dell’associazione Tradizione Futuro, oggetto venerdì scorso di una vile provocazione organizzata, ma mai autorizzata, dai collettivi della sinistra antagonista, proprio quando i giovani militanti del sodalizio identitario salernitano, guidati da Rosario Peduto e Antonio Mola, si apprestavano a realizzare un presidio, regolarmente comunicato ed autorizzato dalla Questura, con cui si andava a denunciare e segnalare la realtà di estremo degrado e di preoccupante escalation criminale che, da tempo, connota la realtà urbana nei pressi della stazione ferroviaria".

"Ecco perché - continua Falcone - nell’ottica di esprimere concreta vicinanza all'associazione da un lato e per riprendere, dall’altro, quanto va ripetendo da tempo il nostro leader nazionale, Matteo Salvini, circa l’intollerabile tolleranza riservata dalle istituzioni alle continue quanto illegali provocazioni e devastazioni organizzate in ogni dove dai centri a-sociali dell’intera penisola, presenteremo un nostro documento sia al Prefetto che al Questore di Salerno per chiedere, ad horas, anzitutto delucidazioni di merito circa quanto accaduto venerdì sera ai danni di un’associazione giovanile che, regolarmente autorizzata dalle autorità, si è assurdamente trovata nell’impossibilità di svolgere fattivamente la propria attività a causa della presenza di un assembramento sedizioso che, non autorizzato invece da alcuno, inibiva con insulti e aggressive provocazioni il corretto svolgimento di una regolare attività di volontariato civico. Ma l’occasione sarà propizia – conclude Falcone - per sottolineare anche alle pubbliche autorità come non sia più concepibile un atteggiamento di pacifica tolleranza, da parte delle istituzioni e delle forze dell’ordine, per quanti, a Salerno come nel resto d’ Italia, fanno della devastazione, della contestazione intollerante e dell’assoluta non curanza di ogni rispetto delle leggi e delle autorità, il proprio connotato politico e pseudoassociativo, a tutto danno di chi cerca invece di rispondere, rappresentandoli, solo e solamente ai problemi concreti e quotidiani dell’intera cittadinanza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

  • social

    Promozione culturale, pubblicato l'avviso della Regione Campania

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento