Domenica, 26 Settembre 2021
Politica

Trasporti, M5S: “Ok dal Governo per i collegamenti delle aree archeologiche di Sarno e Nocera”

La Deputata Virginia Villani e la Senatrice Felicia Gaudiano: “Quindici milioni del PNRR saranno destinati agli snodi ferroviari nel Sud Italia: un primo risultato e uno spiraglio di luce per la Stazione Alta Velocità Vesuvio Est”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Grazie all'emendamento approvato nel Fondone 2021 (AS2207), frutto del lavoro sinergico della senatrice Felicia Gaudiano e della Deputata Virginia Villani, la Stazione Alta Velocità Vesuvio Est può diventare realtà. Tra le altre novità per la Provincia di Salerno e l'Agro Nocerino Sarnese, vi è l'impegno formale per il Governo con l'ok in Aula di due “Ordini del Giorno” per l'ampliamento della Buffer zone di Pompei fino a Nocera superiore e per inserire i lavori per la viabilità delle aree archeologiche di Sarno e Nocera nel PNRR e nel Piano Nazionale delle opere complementari. La Valorizzazione dei siti archeologici passa per la creazione di collegamenti agevoli e moderni. “Si tratta di una svolta importante per l'inserimento all'interno della buffer zone di Pompei di tutta l'area che arriva fino a Nocera Superiore. Un'estensione possibile grazie ai fondi del PNRR e del Piano Nazionale delle opere compleme,gaudiano,villanintari. È un'occasione molto importante per intercettare finanziamenti e far crescere da un punto di vista turistico quella zona. Non solo, con il mio secondo ordine del giorno approvato in Aula, abbiamo anche impegnato il Governo a migliorare la viabilità e la sosta nei siti archeologici dell'Agro. Abbiamo infatti chiesto di mettere in campo i finanziamenti previsti nell'ambito del PNC per garantire la riqualificazione dell'accessibilità stradale e il miglioramento delle aree di sosta al complesso Area Archeologica e teatro Ellenistico di Foce Sarno-Parco Naturalistico Cinque Sensi di Sarno e per le zone di sosta alle aree archeologiche di Nocera Inferiore. Lo annunciano in una nota congiunta la Deputata Virginia Villani e la Senatrice Felicia Gaudiano. “Si tratta di provvedimenti molto importanti che potrebbero cambiare il volto e la fruizione dei siti archeologici dell'Agro Nocerino e in generale, di tutta la Provincia di Salerno, creando una sinergia fruttuosa anche con le aree di interesse di Paestum e di della Costa d'Amalfi – dichiara la Senatrice Gaudiano – Inoltre, nel Fondone2021 abbiamo anche approvato l'emendamento che inserisce delle risorse del PNRR, 15 milioni totali (cinque per il 2022 e dieci per ciascuno degli anni 2023 e 2024) degli interventi di potenziamento dei nodi e collegamenti ferroviari nel Sud Italia, valorizzando i siti di interesse storico, turistico ed archeologico. Anche in questo caso, è una grande battaglia che dobbiamo continuare a portare avanti anche per l'Agro con la realizzazione della Stazione Vesuvio Est, un intervento cruciale per il nostro territorio”. “Sono molto soddisfatta del lavoro di squadra che ci ha portato all'approvazione degli ordini del giorno sul patrimonio culturale dell'Agro e dell'emendamento al Fondone2021 al Senato. Per ora abbiamo compiuto un primo passo per inserire la Stazione Vesuvio Est all'interno delle risorse per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ma molto ancora c'è da fare. La vera partita per il rilancio turistico e lo sviluppo del nostro territorio si gioca proprio sugli investimenti negli snodi di collegamento, la viabilità e gli accessi che renderebbero molto più facile la fruizione dei siti dell'Agro Nocerino. Noi continueremo la nostra battaglia ed anche il pressing sul Governo affinché i nostri territori siano valorizzati da un punto di vista archeologico e turistico, sfruttando la vicinanza con Pompei e con Paestum” conclude la Deputata Virginia Villani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti, M5S: “Ok dal Governo per i collegamenti delle aree archeologiche di Sarno e Nocera”

SalernoToday è in caricamento